Come vestirsi per un colloquio di lavoro: i consigli dello stilista delle star

L’abito non fa il monaco, ma aiuta a trovare lavoro. Lo cantavano i Roxette a fine anni ’80 nella loro Dressed for Success e ne è convinto Phillip Bloch, uno degli stilisti più famosi di Hollywood, che veste J-Lo, Mariah Carey, Halle Berry e Sandra Bullock, che ha aderito al progetto "Dress For success" (un vestito per il successo).
 

L’idea è di insegnare alle signore che devono affrontare un colloquio a diventare più sicure di sè, perchè il look e l’attenzione al dettaglio nel mondo del lavoro sono fattori essenziali."Bisogna trovare qualcosa che stia bene e dia un’immagine positiva e sicura. Molte persone si presentano in modo sciatto e questo le penalizza, qui aiutiamo gratuitamente le donne a imparare a vestirsi in modo appropriato e facciamo anche dei corsi di aggiornamento professionale" spiega lo stilista.
 

"Quando ci mostriamo professionali, la gente ha più rispetto di noi e del nostro lavoro, vestirmi così mi ha fatto sentire più sicura" spiega una donna che ha aderito al programma e che ha trovato un posto nei servizi sociali."Dress for success" da 15 anni aiuta le donne svantaggiate del Bronx a fare un salto di qualità non solo nel look ma nella vita.
 

Qualche consiglio di stile per un look da colloquio
Le donne che si presentano a un colloquio di lavoro dovrebbero evitare di indossare gonne troppo corte e scollature troppo accentuate. Meglio un abito sobrio e distinto, con tanto di giacca. Il trucco deve essere appena accentuato, quasi impercettibile, mai troppo pesante o volgare.
 

Per un lavoro d’ ufficio
Tailleur, ma non troppo classico (da evitare il binomio gonna a tubo/giacca squadrata). Meglio scegliere tessuti giovani e morbidi (anche il jeans, perché no?), forme accostate al corpo e proporzioni minute. Scegliete il colore che preferite e soprattutto sbizzarritevi con gli accessori: stivali o sneakers di pelle, una cintura insolita e una bella borsa, preferibilmente grande, magari ricamata o borchiata, in sostituzione della stra-obsoleta 24ore: mai dare un’immagine da "donna in carriera". Una camicia giusta, in un tessuto o di un colore insolito, può ravvivare anche l’abito più grigio e, per sdrammatizzare un po’ il tutto, perché no, una tracolla piatta, modello "postino"
 

Per un lavoro nel settore dei media
Un bel tailleur diritto, decisamente nero, tipo "smoking", meglio se pantalone e, come sottogiacca, qualcosa di velatamente sexy, per un look vagamente maschile molto ammiccante. A completare il tutto: scarpe con un bel tacco e clutch da portare a mano o sotto il braccio
 

Per un lavoro nel settore creativo
Parola d’ordine: distinzione e stile informale. In parole povere, dovrete dimostrare di avere uno stile preciso e riconoscibile, che vi identifica in relazione ai vostri progetti. Sbizzarritevi pure e non abbiate paura di fare quegli abbinamenti, magari un pò azzardati, che osate di solito, solo perchè l’ambiente di lavoro richiede un certo abbigliamento. Siete o no dei creativi? E allora createvi anche il look. Esprimete la vostra personalità attraverso colori e accessori
 

Per un lavoro nel settore legale
Tailleur pantaloni, ma casual, magari in lino, jeans o velluto (dipende dalla stagione), stivaletti o scarpe sportive in pelle, anche in un colore un pò insolito, e una bella shopping capiente, da "giramondo". Dovrete dare l’impressione di avere "il mondo in tasca" e sempre a portata di mano

Come vestirsi per un colloquio di lavoro: i consigli dello stilista de...