I due ostacoli principali del matrimonio nel 2018

Ecco le cause dietro quel crollo del 24% rilevato dall'ISTAT

Simona Spinola

Simona Spinola Responsabile comunicazione Zankyou.it

Non tutte le ciambelle riescono col buco, dice l’adagio popolare, e per conseguenza non tutti i matrimoni rappresentano il lieto fine sperato. C’è però un’evidente tendenza attuale che non vede l’aumento solo di separazioni e divorzi, ma anche una diminuzione del numero di matrimoni celebrati. Per questo abbiamo chiesto alla redazione di Zankyou di raccontarci la situazione.

3 Foto via Latophotography

Secondo una recentissima indagine dell’ISTAT tra gli under 35, gli sposati sono diminuiti da 2,6 milioni nel 2012 a 2 milioni nel 2017: un crollo del 24%, su una popolazione censita di 13,6 milioni di giovani tra 14 e 34 anni. Eppure l’amore resiste, nonostante le evidenti complessità sociali.

Ecco i due fattori che hanno comportato una diminuzione dei Big Days degli italiani e che vi faranno ragionare su quanto tempo sia giusto aspettare… prima che lui si decida a chiedervi di sposarlo.

1. Precarietà

Non è una nuova parola, anzi è più che abusata, eppure il dato sembra evidente. L’Italia vive un periodo particolarmente impegnativo e questo si riflette inevitabilmente sulla possibilità di responsabilizzare il proprio presente sul “per sempre” di quella vita insieme promessa dal matrimonio. Questo senza contare i costi di una cerimonia e di una festa.

2. Significato

La tradizione carica tutto di parole altisonanti, liturgie, doveri e in natura con il passare del tempo chi non si adatta diventa superato. Così in un mondo socialmente individualista, come quello in cui viviamo, il matrimonio sta lentamente diventando più che il sogno di bambina che diventa realtà, una specie di adempimento burocratico a cui fare riverenza. Occorre però riflettere sugli stereotipi sulla vita da single, come abbiamo visto qui.

Uno studio scientifico è arrivato alla conclusione che il segreto per evitare il divorzio sia aposarsi tra i 25 ed i 32 anni. Provare per credere!

 

Simona Spinola Responsabile comunicazione Zankyou.it Responsabile di comunicazione per Zankyou.it, Simona, laureata in Comunicazione con un master in Editoria on/off line, ha maturato ampia esperienza in uffici stampa, case editrici ed agenzie di pubblicità. Adora la fotografia, i cactus, i viaggi improvvisati zaino in spalla, sente forte e chiaro il richiamo dell'Asia. Per lavoro scrive e nel tempo libero pure, sempre attenta a catturare nella blogosfera idee originali da proporre alle future spose Zankyou. Ma - per carità - non chiedetele se si vuole sposare. https://www.zankyou.it/

I due ostacoli principali del matrimonio nel 2018