Volare in gravidanza: prendere l’aereo nel primo trimestre

Volare in gravidanza: se volete viaggiare ad alta quota nel periodo di gestazione, è opportuno seguire alcuni consigli di esperti ginecologi

Si può volare in gravidanza? Durante le vacanze estive, l’aereo rappresenta una valida alternativa a lunghe ore in macchina. Non esiste alcuna legge che vieti di prendere l’aereo, specie durante il primo trimestre di gravidanza, in quanto non ci sono delle condizioni che mettono in pericolo il feto. Nonostante questo, la decisione di prendere l’aereo in gravidanza va presa solo dopo aver consultato il proprio medico o il proprio ginecologo. Dopo aver verificato che determinati valori sono nella norma, come ad esempio la pressione e il diabete gestazionale, e che non ci siano minacce di aborto, si può partire in tutta sicurezza.

Detto ciò, per andare in vacanza col pancione in aereo, durante il primo trimestre di gravidanza, occorre seguire i consigli degli esperti. Per evitare eventuali traumi legati alle turbolenze che possono verificarsi durante il viaggio, è importante mantenere le cinture allacciate per tutta la durata del volo. Ovviamente, per eliminare il rischio di comprimere la pancia e di conseguenza il feto, è consigliabile posizionare la cintura di sicurezza al di sotto del pancione. Inoltre, durante il periodo gestazionale c’è una predisposizione più alta al rischio di trombosi; il viaggio in aereo aumenta notevolmente questo rischio in quanto è obbligatorio stare seduti per molte ore.

Proprio per questo motivo, i ginecologi raccomandano di evitare i viaggi superiori alle 4 ore, se non strettamente necessari. In ogni caso, si possono eludere i problemi durante il check-in, contattando preventivamente la compagnia aerea prima di prenotare il biglietto e informarsi sulle modalità previste. Un altro consiglio è quello di chiedere alla vostra compagnia aerea l’assegnazione del posto in prima fila o vicino all’uscita di sicurezza; in questo caso, i sedili hanno maggiore spazio e ciò consente di poter muovere le gambe durante il viaggio.

Un’altra buona abitudine da seguire durante il primo trimestre di gravidanza, è quella d’indossare delle calze contenitive durante il viaggio, in modo da facilitare la circolazione delle gambe. Inoltre, ricordate sempre che dovete bere una grande quantità di acqua sia durante sia dopo il viaggio, per evitare problemi legati al pericolo disidratazione. Infine, è bene cercare di fare dei piccoli movimenti specialmente durante i lunghi viaggi, anche stando sedute; ad esempio, potete roteare le caviglie e tenere in movimento le gambe.

Volare in gravidanza: prendere l’aereo nel primo trimestre