Volare in gravidanza: cosa sapere, guida e consigli pratici

La gravidanza e l'idea di prendere un aereo. Vi offriamo delle informazioni per essere aggiornati su limiti e regole da seguire se avete in mente di viaggiare

In gravidanza è possibile volare? Questa è una delle domande più frequenti che le donne incinte si pongono. Diciamo subito che si può senza alcun problema, quando non si è ovviamente al limite della data prevista per partorire. Di recente l’agenzia eDreams ha stilato, proprio con l’obiettivo di andare incontro ai numerosi dubbi in questo campo, una vera e propria guida dal titolo: Cosa sapere prima di volare in gravidanza. Grazie a quest’iniziativa, le donne potranno facilmente avere tutte le risposte che desiderano eliminando falsi miti che le perseguitano da sempre.

La cosa principale è far sapere che le persone incinte possono prendere un aereo sempre che si rispettino alcuni punti fondamentali per il benessere del nascituro. Le compagnie aeree, infatti, danno la possibilità di volare in gravidanza ma esistono significative differenze che è bene tenere presente prima di organizzare un viaggio. Sono prese in considerazione sia la settimana di gestazione sia i giorni che separano la donna dal parto. Che cosa richiede in questo caso, ad esempio, la nostra compagnia aerea italiana Alitalia?

A partire dalla trentaduesima settimana di gestazione viene richiesta, alle donne che portano avanti una gravidanza, un’autorizzazione medica obbligatoria da mostrare al check-in per capire se ci possono essere dei rischi. La compagnia aerea tedesca Lufthansa invece non fa volare dalla trentaseiesima settimana di gestazione. Nello stesso modo si muove la compagnia spagnola Iberia, anche se quest’ultima, a differenza di Alitalia e di Lufthansa, richiede obbligatoriamente dalla ventottesima settimana in poi, un certificato medico in cui si dichiari che madre e figlio godono di ottima salute.

Tuttavia si riscontrano questi passaggi obbligati anche per le compagnie aeree low cost come EasyJet e Ryanair. Alle donne che portano avanti una gravidanza vengono dati dei suggerimenti molto importanti per prepararsi a un viaggio in aereo. Vediamone alcuni. Non presentarsi in aeroporto all’ultimo minuto ma avere il tempo per svolgere con tranquillità la procedura d’imbarco. Ricordarsi in quest’occasione di prenotare un posto lato corridoio. Una volta a bordo dell’aereo, allacciare la cintura al di sotto dell’addome. Mangiare poco, bere acqua per idratarsi ed evitare accuratamente di assumere bibite gasate.

Volare in gravidanza: cosa sapere, guida e consigli pratici