Sovrappeso infantile: in Italia riguarda un bambino su tre

Secondo i dati del report di Helpcode, in Italia un bambino su tre dai 6 ai 9 anni è in sovrappeso

Un bambino italiano su tre dai 6 ai 9 anni è in sovrappeso: questo è uno dei dettagli del quadro tracciato dal recente report di Helpcode sulla malnutrizione infantile in Italia e nel mondo. Si tratta di un dato che fa pensare e che sorprende soprattutto per un motivo: il Bel Paese è la culla della dieta mediterranea, regime alimentare da anni Patrimonio Unesco e considerato da tantissimi studiosi uno straordinario elisir di salute.

Entrando nel dettaglio dei dati, si ricorda che in cima alla classifica troviamo i bambini della Campania – il 40% circa dei soggetti in età infantile che risiedono nella Regione è obeso – seguiti da quelli del Molise e della Calabria. Secondo gli esperti, il problema è frutto anche di una scarsità di risorse economiche che, molto spesso, rende difficile l’accesso ai cibi più sani.

I risultati in questione, che vedono il triste record dei bambini italiani “insidiato” dai numeri dei giovanissimi ciprioti e da quelli dei greci, sono stati commentati da Alessandro Grassini, Segretario Generale di Helpcode, che ha evidenziato come, nel nostro Paese, i numeri della malnutrizione infantile siano allarmanti.

Ha altresì annunciato la nascita, prevista per il prossimo anno, di un Osservatorio Nazionale sull’incidenza dell’obesità infantile, progetto che permetterà di raccogliere dati sulle abitudini alimentari a partire dal periodo della gravidanza, cruciale per la salute del nascituro.

Secondo il Dottor Mohamad Maghnie, responsabile dell’Unità Operativa Complessa della Clinica Pediatrica dell’Ospedale Gaslini (la collaborazione con questa struttura sanitaria sarà decisiva per la messa a punto dell’Osservatorio sopra citato), l’impegno nella raccolta dei dati non è sufficiente. A suo dire è necessario investire nell’educazione alimentare delle famiglie ma anche nella formazione mirata dei professionisti della medicina.

Tornando un attimo ai numeri, è bene ricordare che anche il quadro globale riguardante l’obesità infantile non è per nulla positivo. Se si guarda ai bambini di età inferiore ai 5 anni, si può notare un’ampia percentuale di soggetti obesi. Complessivamente, si parla di circa 40 milioni di individui di età infantile, circa 10 in più rispetto a vent’anni fa.

Il problema in questione ha un impatto sociale molto alto. Per rendersene conto basta ricordare che, solo nel 2018, sono stati registrati 4 milioni di decessi a livello mondiale per gli effetti del sovrappeso. Per quel che concerne i costi di questo allarme, si parla di circa 500 milioni di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sovrappeso infantile: in Italia riguarda un bambino su tre