Puzzle, disegni e giochi dell’oca: la grammatica si impara giocando

Vuoi coinvolgere il tuo bambino in un'attività educativa, ma divertente? Ecco i giochi grammaticali da scaricare e da stampare gratis

D’estate, i bambini vorrebbero sempre stare fuori. Vorrebbero correre nei prati, tuffarsi in piscina. Vorrebbero sfrecciare con la loro bici, fare infiniti bagni in mare. Ci sono però dei momenti in cui uscire è impossibile, oppure ore troppo calde in cui l’ombrellone è un riparo necessario: come fare, dunque, per tenerli impegnati? Come coinvolgerli con attività divertenti, che li facciano stare seduti almeno per un po’?

I compiti delle vacanze potrebbero essere un’opzione, ma quanti bimbi sono entusiasti di farli? Meglio puntare  su un’attività che consenta loro di imparare, ma che abbia l’aspetto d’un gioco: a offrire una soluzione è Redooc, la palestra online della matematica più grande d’Italia che, oggi, dedica un’intera sezione anche alla  grammatica italiana, ricca di esercizi (divertenti) per i bambini delle elementari.

I più piccoli, ad esempio, potranno imparare a conoscere lo straordinario mondo delle vocali: con una breve filastrocca impareranno a ricordarle, aiutati anche dalle immagini. E, una volta memorizzate, potranno cimentarsi nel gioco da stampare e da colorare: basta scaricarlo (gratuitamente) e ricordare che ad ogni vocale è associato un colore. Solo così, alla fine, prenderà vita un magico disegno! E poi, la sillaba: qual è la differenza tra una sillaba aperta e una chiusa? Esempi sportivi insegneranno ai più piccoli tutto su questo prezioso elemento della grammatica, e permetteranno loro di mettersi alla prova con il gioco finale. Un gioco che è un coinvolgente puzzle: una volta scaricato e stampato, si ritagliano i 12 tasselli contenenti una sillaba ciascuno: solo incastrandoli tra loro in modo corretto, comparirà una frase.

Chi non conosce, infine, il gioco dell’oca? Con Redooc, si trasforma in un divertentissimo modo per imparare ad utilizzare le consonanti un po’ più complicate come la lettera C, che può essere dura oppure dolce e che talvolta incontra l’H, cambiando le regole. Per capire come usarla nel modo corretto, si scarica un gioco dell’oca speciale: su ogni casella è riportato un particolare suono della C e, finendoci sopra, il bambino dovrà dire una parola che – con quel suono – comincia, finisce oppure che lo contiene. Scommettete che i vostri figli, da quel tabellone, non vorranno più staccarsi?

Puzzle, disegni e giochi dell’oca: la grammatica si impara ...