Tuo figlio piange? Un’app ti dice perché

Si chiama "Chatterbaby" e, grazie all'intelligenza artificiale, riesce a individuare le cause dei singhiozzi del bambino

Tuo figlio piange e non sai perché? Niente panico, succede a tanti genitori, soprattutto alle prime armi, di ignorare la causa dei singhiozzi del proprio bambino. Per aiutare mamme e papà alle prese con questo problema è stata inventata l’app, “Chatterbaby”. Messa a punto da un team di studiosi guidato dalla professoressa Ariana Anderson, della David Geffen School of Medicine dell’Università della California di Los Angeles, l’app impiega l’intelligenza artificiale per far capire ai genitori il motivo del pianto del bimbo.

Dopo aver caricato campioni audio di oltre 2.000 pianti infantili, il gruppo di lavoro ha costruito algoritmi in grado di “tradurli” in tre categorie: dolore, fame e capricci. E la relazione causa-effetto ci “prende” in oltre il 90% dei casi. Un dato che può ancora crescere perché più persone useranno l’app, meglio questa sarà in grado di fornire indicazioni precise. “Mi sono resa conto che i pianti del mio terzo bambino erano notevolmente simili a quelli dei primi due”, ha spiegato Anderson. “Come madre sai istintivamente ciò che tuo figlio sta cercando di dirti semplicemente ascoltando come piange. Come esperta di statistica ho pensato: ‘Possiamo addestrare un algoritmo a fare ciò che le mie orecchie come genitore possono fare automaticamente?’ La risposta è stata sì”.

Per giungere a questo risultato sono stati necessari cinque anni di ricerche. Ma la sperimentazione non si ferma qui. Il team vuole approfondire lo studio sul pianto, arrivando a stabilire anche quando dipenda da specifici disturbi, come nel caso dell’autismo.

“Chatterbaby”, che inizialmente è stata pensata per aiutare genitori con problemi di udito, si è successivamente dimostrata un supporto utile per tutte le mamme e i papà. Disponibile gratuitamente sia su dispositivi Apple che Android e su Chatterbaby.org, l’app consente a chi la usa di caricare l’audio del pianto del bambino, che in pochi istanti viene analizzato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tuo figlio piange? Un’app ti dice perché