Superiori: come affrontare il primo giorno di scuola

Il primo giorno delle scuole superiori è, forse, la tappa principale di tutto il percorso scolastico. Il liceo poterà gli studenti nella vita da adulti

Il primo giorno di scuola superiore farà accedere gli adolescenti in un ambiente e in un clima completamente nuovo. Rispetto a quanto succedeva alle medie, tutto si farà più difficile. I vari insegnanti cercheranno di far studiare sempre di più, ma anche con i compagni di classe nasceranno varie discussioni, nonché polemiche. Le questioni dinnanzi alle quali si dovrà far fronte diventeranno sempre più difficili. In questo periodo ognuno inizierà a sviluppare anche delle proprie idee nei riguardi del mondo. I ragazzi delle superiori iniziano a sviluppare una logica da adulti: vorranno comandare, controllare e faranno nascere dei dibattiti senza fine pur di avere ragione. L’atteggiamento di sfida verso i genitori sarà costante.

I dubbi che i ragazzi porteranno nel cuore dopo il primo giorno di scuola superiore, non verranno confessati a nessuno. Un sacco di domande a proposito del mondo, della classe, dei compagni e di loro stessi nasceranno nella mente. Si tratta di un periodo di transizione molto complicato: si cerca di accedere nella vita da grandi, eppure si è insicuri, dubbiosi, stressati e fragili. Ne seguiranno degli scontri per guadagnarsi del rispetto, oppure dei silenzi ghiacciali. Per preparare al meglio i figli alla vita liceale, bisogna spiegargli bene il tutto.

In primis, bisogna dire che il primo giorno di scuole superiori è importante, ma non decide tutto. Non si deve avere una continua ansia, oppure essere sottoposti allo stress da prestazione. Ogni adulto deve essere da modello per il proprio figlio in età da teenager. Difatti, anche se spesso non sembra, i teenager prendono come esempio uno degli adulti a cui sono più affezionati. Inoltre, sin dal primo giorno di scuola superiore bisogna legare con gli altri: è necessario che i 5 anni di studio di svolgano in pace e in una serena collaborazione tra compagnia di classe.

Quindi sarà opportuno invitare a casa i compagni di classe del proprio figlio, imparando a conoscerli meglio. Una buona idea, potrebbe essere anche conoscere i genitori degli degli altri studenti. Parlandone con i ragazzi, bisogna spiegargli che devono avere una posizione precisa nei confronti del mondo nel quale abitano, e saperla difendere. Inoltre, indipendentemente dal tipo di scuola secondaria in cui vanno, devono sempre rispettare tutti. Questo poiché il rispetto è la base per una serena e pacifica collaborazione.

Superiori: come affrontare il primo giorno di scuola