Succhiarsi il pollice fa bene alla salute del bambino

Succhiare il pollice è per il bambino sinonimo di insicurezza, ma in realtà non è affatto così, poiché questo gesto potrebbe celare numerose virtù

Succhiare il pollice è per il bambino un vero e proprio toccasana, poiché potrebbe aiutarlo ad essere più forte e rafforzare le sue difese immunitarie. Non si tratta dunque di una cattiva abitudine dovuta all’insicurezza o alla paura, ma questo gesto può fare davvero bene alla sua salute. Secondo alcuni studi, infatti, questo noto comportamento infantile equivale all’abitudine di mangiarsi le unghie e potrebbe rendere i bambini più forti verso le allergie. Dalle analisi emerge che l’efficacia di questo atteggiamento garantisce un’azione protettiva fino ai 32 anni.

A quanto pare quindi questo vizio non dev’essere più sinonimo di preoccupazione per i genitori, poiché oltre ad essere un gesto del tutto naturale, garantisce numerosi vantaggi per la salute dei più piccoli. Gli studiosi hanno analizzato per lungo tempo lo stato di salute di 1037 bambini nati tra il 1972 e 1973. Dopodiché hanno chiesto ai loro genitori se i piccoli manifestavano l’abitudine di succhiare il pollice o mangiare le unghie dai 5 agli 11 anni. Ecco che dai 13 fino ai 32 anni gli studiosi hanno analizzato i vari campioni attraverso degli esami cutanei per identificare la presenza di eventuali allergie.

Dai risultati è emerso che mangiarsi le unghie e succhiare il pollice sia per il bambino molto più salutare di quanto si pensi. Gli studiosi hanno analizzato attentamente la sensibilizzazione atopica degli individui attraverso dei test sulla cute durante l’età di 13 e 32 anni. Gli esperti hanno rivelato che il 31% del campione aveva la costante abitudine di succhiare il pollice o mangiare le unghie. Il 45% dei bambini di 13 anni ha manifestato una vera e propria sensibilizzazione atopica, mentre tra tutti questi solo il 40% dei partecipanti è stato soggetto ad allergie. Dal riscontro emerge dunque che stare a contatto con i microbi rafforzerebbe il sistema immunitario nei confronti delle allergie.

I bambini sviluppano l’abitudine di succhiare il pollice già nel momento in cui si trovano nel grembo materno. Questo vizio dunque non rende i più piccoli più vulnerabili ai germi, ma al contrario li rende più forti già dall’infanzia. L’efficacia è proprio quella di modificare totalmente l’attività immunitaria del loro organismo e di conseguenza garantire un’azione protettiva contro gli allergeni. Tra quest’ultimi si trovano infatti germi, acari della polvere, microbi, pelo di animali, muffe ed erba.

Succhiarsi il pollice fa bene alla salute del bambino