Stress da rientro a scuola: cosa mangiare per riprendere alla grande

Ogni anno milioni di persone soffrono del così detto "stress da rientro", la sindrome caratterizzata da malumore, svogliatezza e tristezza che assale al rientro dalle vacanze.

E se gli adulti tremano all’idea di riprendere posto dietro la scrivania, anche per bambini e ragazzi il momento è molto delicato: per loro il periodo di pausa è molto più lungo, un tempo sufficiente per prendere nuove abitudini e rendere più stressante il ritorno tra i banchi di scuola.
Un valido aiuto per combattere lo stress arriva da un’alimentazione equilibrata e uno stile di vita attivo, come spiegano medici e nutrizionisti di merendineitaliane.it: Ecco il decalogo per un rientro a scuola senza stress e alcuni consigli basilari:

GIOCHI E CHIACCHIERE IN FAMIGLIA PER UN RIENTRO SERENO
Secondo la psicologa dott.ssa Anna Maria Ajello, docente all’Università di Roma la Sapienza: "Per aiutare i più piccoli a riappropriarsi dei ritmi e delle abitudini cittadine dopo il lungo periodo di pausa è fondamentale il dialogo, chiacchierare con i propri bambini, spiegare loro che i nuovi ritmi di lavoro riguardano tutti, e tutta la famiglia deve abituarsi alla ritrovata quotidianità." E’ importante per i bambini trascorrere del tempo con i propri genitori, una volta tornati dal lavoro, dovrebbero trovare il tempo per una breve passeggiata, un gioco da tavolo o per raccontare la propria giornata.

FONDAMENTALE UNA DIETA VARIA E DISTRIBUITA NEL CORSO DELLA GIORNATA
Al rientro dalla vacanze è necessario riorganizzare l’alimentazione con un ritmo che tenga conto dei nuovi orari e degli impegni dei ragazzi, scolastici e non, e secondo una varietà di scelte che assicuri il rispetto degli equilibri alimentari. Il nutizionista Michelangelo Giampietro, spiega: “ il 50-60% delle calorie devono venire dai carboidrati, non più del 30% dai grassi, il 12-15% dalle proteine. Fondamentale poi assicurare i giusti apporti di fibra, vitamine e sali minerali”.

E’ importante che chi studia e deve contare su le proprie energie, fisiche e mentali, imparare sin da piccolo a seguire regole precise nella suddivisione dei pasti quotidiani: una buona prima colazione, una piccola merenda al mattino, un pranzo, un’altra piccola merenda e una cena. Inoltre nella dieta non deve mancare anche la gratificazione sotto forma di cibi preferiti e desiderati.

Stress da rientro a scuola: cosa mangiare per riprendere alla gra...