Il segreto per una merenda estiva perfetta

Arriva la stagione estiva ed è bene preoccuparsi della merenda dei più piccoli: ecco alcuni suggerimenti

Con l’arrivo dell’estate, le scuole chiudono e i bimbi possono perdere l’abitudine di fare i 5 pasti al giorno.

Oltre alla colazione, al pranzo e alla cena, nella dieta di un bambino è importante includere anche uno spuntino a metà mattina e nel pomeriggio. Si tratta di una regola fondamentale, valida a tutte le età e che aiuta i più piccini a staccare la spina tra un’attività e l’altra e a riprendere le energie. Viene così migliorata l’attività del metabolismo grazie al quale il cibo verrà consumato meglio. Allo stesso modo, distribuendo i pasti in maniera omogenea nel corso della giornata, si evita di mangiare fuori dagli orari stabiliti.

Come ogni anno con l’arrivo dell’estate – afferma Maria Rita Spreghini, nutrizionista e pedagogista presso l’U.O. Educazione Alimentare dell’ospedale Bambino Gesù di Roma – ci si chiede come proteggere i bambini dal sole, dal caldo, dalla disidratazione. Oltre alle creme protettive e agli indumenti in cotone traspiranti e leggeri, fondamentale la proposta di cibi protettivi, idratanti e leggeri”.

Dunque qual è il segreto per una merenda perfetta e a prova di bimbo? Deve variare, deve essere colorata e ovviamente gustosa. I colori infatti invogliano i ragazzi a mangiare un determinato alimento: pensiamo alla frutta. In estate, sono l’ideale anche perché contengono zuccheri semplici, ma anche acqua, fibre e minerali. È ricca di vitamine ed è una fonte energetica naturale da non trascurare. Anche frullati e spremute di agrumi sono una buona soluzione: salutari e allo stesso tempo rinfrescanti.

Da alternare alla frutta, ci sono le merende salate. Alcuni esempi? Piccoli panini o un pezzo di torta rustica a base di verdura. Da evitare invece, per quanto possibile, merendine preconfezionate.

E i gelati invece? Gli indiscussi protagonisti dell’estate possono essere una buona merenda per i bambini (tra l’altro molto apprezzata), ma proprio per questo è bene non esagerare. Meglio preferire i gusti a base di frutta e lasciare quelli al cioccolato o alla panna per giorni un po’ più di festa.

Varietà, gusto e colore sono la chiave di una buona merenda, ma anche le quantità fanno la differenza. In questo senso è bene considerare porzioni non troppo generose onde evitare che il bambino arrivi sazio al pranzo o alla cena e salti il pasto.

Il segreto per una merenda estiva perfetta