Ritorno a scuola: le regole dei pediatri per aiutare i bambini a ricominciare

Le vacanze sono terminate ed è arrivato il momento di rientrare a scuola: i consigli degli esperti

Le vacanze sono finite e per i bambini è ormai arrivato il momento di ritornare a scuola. Se per gli adulti ricominciare è difficile, per i piccoli la situazione è ancora più complicata. Come affrontare questo periodo dell’anno nel modo giusto?

A fornire qualche consiglio è la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, che ha realizzato un decalogo con le regole da seguire per vivere nel migliore dei modi l’inizio di un nuovo anno scolastico. Il ritorno sui banchi di scuola infatti non va vissuto come un trauma, ma deve essere graduale e soprattutto piacevole, per non creare drammi. L’organismo del bambino deve infatti tornare alla regolarità dopo giorni segnati da stravizi a tavola, giochi in spiaggia e sveglie tardi.

Per prima cosa è fondamentale impostare un orario di sveglia che sia adeguato. Si può iniziare qualche giorno prima l’inizio della scuola, spostando le lancette dell’orologio indietro di mezz’ora. In questo modo a poco a poco, con il passare dei giorni, il piccolo riuscirà a svegliarsi senza problemi nell’orario giusto.

Per raggiungere questo obiettivo è importante anche andare a letto prima la sera, favorendo il rilassamento grazie alla lettura e mettendo da parte dispositivi elettronici come tablet, televisione e videogiochi.

Anche l’alimentazione riveste un ruolo chiave nell’aiutare i bambini a vivere con serenità la fine delle vacanze. Dopo mesi all’insegna di strappi alimentari, fuori programma dolci e salati, è il momento di seguire nuovamente una dieta equilibrata. Puntate su cibi biologici e sulla dieta mediterranea con 5 pasti al giorno e una buona idratazione.

Durante l’estate, fra giochi in riva al mare e serate all’aperto, il tempo di stare sui libri di scuola è davvero poco. Nelle settimane precedenti al rientro però i piccoli dovrebbero riprendere a leggere e scrivere. In ogni caso il ritorno alla vita di sempre non deve essere vissuto come un dramma. Ciò significa prima di tutto che i genitori devono evitare in ogni modo di trasmettere la propria ansia ai figli, rendendo invece un gioco la scelta di cartella, astuccio e penne. Solo in questo modo il primo giorno sui banchi verrà associato ad un sentimento positivo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ritorno a scuola: le regole dei pediatri per aiutare i bambini a ...