Mamma non chiedermi di fare presto: resta con me e abbracciami

Rallenta mamma, resta con me ancora un po’: le altre cose possono aspettare, io no

Le giornate iniziano di corsa, la frenesia della quotidianità ci allontana da quei momenti che invece dovremmo goderci in tutta la loro unicità, come l’abbraccio a nostro figlio.

Non c’è mai tempo, la sveglia suona e inizia a scandire le nostre giornate. Ci ritroviamo a sistemare casa e a prepararci per andare a lavoro mentre chiediamo al nostro bambino di fare presto a vestirsi.

Ma loro, i nostri figli, sono ancora dei piccoli uomini che hanno bisogno di tempo, anche per quei piccoli gesti che a noi sembrano immediati.

A volte perdere la pazienza è così facile, rallentare invece sembra difficile, ma se impariamo a farlo, tutto diventa meravigliosamente magico, da vivere in due.

La strada da percorrere a piedi per raggiungere la scuola o il supermercato, può trasformarsi in una piacevole passeggiata, mano nella mano, con il nostro bambino. Forse lui, ha davvero bisogno di questo e anche noi.

C’è tanto da fare, è vero, ma il tempo perso dietro al lavoro e alle faccende della vita di ogni giorno, nessuno ce lo ridarà indietro mai. E i nostri figli crescono, più velocemente di quanto potessimo immaginare.

Andiamo, corriamo, facciamo cose, anche troppe e perdiamo di vista l’unica cosa che conta davvero: un abbraccio fugace e infinito al nostro bambino.

Perché la vita si sa, ci ha fatto un dono prezioso, quello del tempo e non possiamo non sfruttarlo per vivere attimi ed emozioni incredibili come quelle che i momenti insieme a nostro figlio sanno regalarci.

È proprio da loro, dai nostri bambini, che possiamo prendere esempio e imparare a rallentare, per assaporare anche quegli istanti dove il mondo sembra fermarsi.

Il quartiere dove viviamo, il profumo di una torta fatta in casa e i raggi del sole che illuminano il viso felice del vostro bambino che sprizza gioia, soltanto perché sta passando un po’ di tempo con la sua mamma.

Non è meraviglioso? Il sorriso puro e autentico del nostro bambino non vale forse più di tutti gli impegni lavorativi e personali?

Quanto amore c’è nel sedersi a terra e giocare con i propri figli: tanto, troppo. Tutto il resto può aspettare.

Lasciate quindi che siano i vostri figli a insegnarvi qualcosa: imparate a fermarvi, a vivere l’attimo, ad abbracciare il vostro bambino e a respirare il suo odore, sarà bellissimo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mamma non chiedermi di fare presto: resta con me e abbracciami