Quando si sviluppano i sensi nel feto?

I sensi del feto si sviluppano già nelle prime settimane di gravidanza. Ecco cosa riesce a sentire nel pancione della mamma

I sensi del feto si sviluppano quando è ancora un embrione: in questa fase, tatto, udito, gusto e olfatto già cominciano ad entrare in funzione e saranno perfettamente completi al momento della nascita, mentre la vista si affinerà più tardi, maturando dopo che il bambino sarà venuto al mondo.

Lo sviluppo dei sensi nel feto

  • Il tatto. Il primo dei cinque sensi che sviluppa il feto è il tatto. I recettori sensoriali cominciano a comparire intorno alla bocca già intorno alla settima settimana di gravidanza e quattro settimane dopo sono presenti su tutto il viso, sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Dalla quattordicesima settimana, tutte le parti del corpo, ad eccezione del dorso e della sommità del capo, reagiscono agli stimoli. Il tatto diventa per il bambino il primo mezzo di esplorazione e dalle ecografie si può spesso vedere spesso il feto succhiarsi il pollice. Nel corso del secondo trimestre, le sensazioni diventano sempre meno confuse: il bambino riuscirà finalmente a percepire le carezze della mamma e del papà.
  • L’udito. Le percezioni uditive del feto cominciano a otto settimane con il formasi del sistema vestibolare, situato nell’orecchio interno, per poi perfezionarsi gradualmente fino all’ottavo mese, quando si completa anche lo sviluppo dell’orecchio medio. A partire dalla trentacinquesima settimana, l’udito del feto è quasi normale, ma il bambino reagisce ai suoni esterni già prima della trentesima. Il feto è in grado di sentire sia i rumori provenienti dal corpo materno (battito del cuore, respiro, rumori legati alla digestione) sia quelli esterni, come le voci e la musica.
  • Il gusto e l’olfatto. Le papille gustative sulla lingua compaiono a dodici settimane e continuano a svilupparsi fino alla nascita, mentre i recettori dell’olfatto fanno la loro comparsa verso la nona settimana. Sebbene non si sappia con certezza quando il feto cominci a sviluppare le percezioni gustative e olfattive, è dimostrato che il bambino impara a conoscere gli odori e i sapori inalando e deglutendo il liquido amniotico, nel quale passano le molecole aromatiche dei cibi assunti dalla mamma.
  • La vista. La vista è l’ultimo dei cinque sensi a svilupparsi nel feto. Le palpebre restano chiuse fino alla 26° settimana, per consentire il corretto sviluppo della retina. Intorno alle 33 settimane, le pupille sono in grado di restringersi o dilatarsi a seconda dell’intensità della luce. Diversamente da quanto accade per gli altri sensi, già perfettamente sviluppati alla nascita, la vista del neonato non è ancora giunta a maturazione: appena nato, il bambino riesce a mettere a fuoco solo oggetti e persone situati entro 20-25 cm dai suoi occhi, che corrispondono alla distanza tra il piccolo e il volto della madre quando lo allatta al seno.
Quando si sviluppano i sensi nel feto?
Quando si sviluppano i sensi nel feto?