Pfas, cosa sono e perché sono pericolosi per le donne incinta

I Pfas sono delle sostanze nocive e altamente pericolose per la salute delle donne incinta e dei loro bambini: ecco cosa sono

I Pfas sono sostanze potenzialmente pericolose per i bambini e le donne incinta.

Lo rivela una ricerca che ha destato grande clamore e che punta il dito contro le sostanze perfluoroalchiliche, responsabili di preeclampsia, incremento neonati sottopeso, diabete gestazionale, anomalie congenite del sistema nervoso e difetti congeniti al cuore. Lo studio è stato realizzato dalla Regione Veneto e getta una luce inquietante sulla salute delle future mamme e dei loro piccoli.

Già lo scorso novembre una ricerca aveva evidenziato il pericolo rappresentato dai Pfas, che vengono scambiati dall’organismo per degli ormoni, interferendo nell’azione delle ghiandole endocrine e causando malattie a beve e lungo termine. Ora un altro studio mette in evidenza la presenza di problemi legati alla gravidanza e alla salute dei neonati nelle aree più esposte ad una contaminazione da Pfas.

Gli esperti hanno realizzato uno screening su 20 mila neo-mamme residenti nelle zone contaminate. Il risultato? Queste donne hanno una maggiore probabilità di ammalarsi di diabete gravidico e gestosi.

“Per alcune delle patologie rinvenute – ha spiegato la Regione in un comunicato ufficiale in cui ha illustrato i dati – sarà necessario effettuare maggiori approfondimenti per consolidare i valori ottenuti, incrociando i dati con altri flussi informativi oppure allungando il periodo di osservazione”.

Ma cosa sono di preciso i Pfas? Si tratta di sostanze chimiche che vengono utilizzate per rendere alcuni materiali più resistenti all’acqua. Si trovano in moltissimi oggetti di uso comune, come i rivestimenti dei contenitori per alimenti, tessuti, tappeti e carta. I composti chimici più utilizzati che fanno parte dei Pfas sono l’acido perfluoroottanoico (PFOA) e l’acido perfluoroottansulfonico (PFOS) e si trovano praticamente ovunque: nel suolo, nell’acqua e nell’aria. Come veniamo a contatto con queste sostanze nocive? Solitamente attraverso l’acqua potabile e il cibo, ma anche inalando aria contaminata e venendo in contatto con suolo e polvere contaminati.

Pfas, cosa sono e perché sono pericolosi per le donne incinta