PROMO

Peter Rabbit, il coniglio con la giacca blu sbarca anche al cinema

In uscita nelle sale italiane il prossimo 22 marzo, Peter Rabbit è l’adattamento delle avventure di Peter coniglio, celebre racconto per bambini di Beatrix Potter

Preparatevi a un’invasione di dolci coniglietti. Un po’ irriverenti e scalmanati, magari, ma capaci di strappare una fragorosa risata (e, perché no, anche una lacrima) a bambini e adulti. Il 22 marzo arriva nelle sale cinematografiche di tutta Italia Peter Rabbit, film tratto dalla serie di libri per bambini scritti e illustrati dall’autrice britannica Beatrix Potter. Editi a partire dal 1903, i libri della Potter sono tradotti in decine di lingue e hanno venduto decine di milioni di copie in tutto il mondo.

Chi è Peter Rabbit

Peter Rabbit è il protagonista de “Il racconto di Peter coniglio” (“The tale of Peter Rabbit” nell’originale inglese), libro per bambini scritto (e illustrato) dall’autrice britannica Beatrix Potter ed edito per la prima volta nel 1902. Unico maschietto di quattro figli, Peter è il più irrequieto della “cucciolata”: mentre le tre sorelle Flopsy, Mopsy e Codatonda seguono consigli e precetti della mamma, Peter fa sempre di testa sua. Il piccolo coniglietto dalla giacca blu, in particolare, è attratto dal vicino orto del signor McGregor e dalle tantissime leccornie che ci sono coltivate.

E proprio in una delle sue scorribande, Peter coniglio rischia di fare la stessa fine del padre (“trasformato” in un pasticcio di carne dalla moglie del signor McGregor qualche anno prima). Alla fine, riesce a farla franca e torna sano e salvo a casa, ma al prezzo della sua inseparabile giacca blu, ora indossata con orgoglio dallo spaventapasseri dell’orto.

Trama Peter Rabbit, il film

Il film, liberamente ispirato alle avventure nate dalla fantasiosa penna di Beatrix Potter, è ambientato qualche anno dopo la prima avventura di Peter Rabbit. Il coniglietto è cresciuto, è riuscito a recuperare la sua giacca blu e, finalmente, sembra aver campo libero all’interno dell’orto vicino casa. Il signor McGregor è venuto a mancare e Peter, con tutti i suoi amici del sottobosco, prova a impossessarsi non solo dell’orto, ma anche dell’abitazione del suo ormai ex acerrimo nemico.

A questo punto la trama di Peter Rabbit prende una piega inattesa. Casa McGregor, con annesso orto, viene ereditata da Thomas, nipote del defunto bisbetico. Il giovane condivide con il nonno un carattere fumantino e una sorta di avversione innata nei confronti di Peter Rabbit: tra i due si scatena una sorta di guerra senza esclusioni di colpi per il controllo di orto e pareti domestiche. L’arrivo nel quartiere di Bea, giovane amante degli animali, complica ulteriormente i rapporti: Thomas e Peter si contenderanno attenzioni e “cuore” della bella vicina. Alla fine, però, tutto si risolve per il meglio perché, come dice Silvia di Cose da Mamme che ha potuto vedere in anteprima la pellicola, se ascolti il tuo cuore tutto andrà bene.

Peter Rabbit, un film per tutti

Tra foglie di lattuga volanti, cavoli che diventano bombe e gruppi di conigli che entrano in scena come fossero “Le iene” di Tarantino, Peter Rabbit è un film rivolto non solo ai bambini. Certo, i più piccoli saranno quelli che apprezzeranno di più le avventure di questo scalmanato coniglio dalla giacca blu, ma anche i loro genitori non riusciranno a trattenersi dal ridere a una delle tante battute o sketch che caratterizzano l’interno film. Anche perché, come sottolineano le autrici di filastrocche.it, che hanno avuto modo di vedere il film in anteprima nazionale, Peter Rabbit potrebbe essere d’aiuto anche tra i fornelli.
A forza di parlare di carote e ortaggi in genere, i vostri bambini potrebbero anche volerlo imitare e iniziare a mangiare ogni tipo di verdura che proporrete in tavola.

In collaborazione con Sony Pictures Italia

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Peter Rabbit, il coniglio con la giacca blu sbarca anche al cinem...