Permettigli di essere triste o arrabbiato

Imparare a esprimere le proprie emozioni è fondamentale per uno sviluppo armonioso della personalità. Per quanto riguarda i nostri figli, spetta a noi genitori il compito di aiutarlo a esternare i propri sentimenti nel giusto modo senza reprimerli.

E questo va fatto sia con le emozioni positive che con quelle negative. Un bimbo che esprime rabbia o tristezza non va sgridato: aiutiamolo invece a dare un nome a ciò che sta provando. Chiediamogli "Sei triste?" Perchè sei arrabbiato?" e cerchiamo di confortarlo.

Una volta rassicurato del fatto che mamma e papà sono pronti ad ascoltarlo, il bambino si sentirà autorizzato ad esprimere i propri sentimenti, evitando così stati di agitazione che derivano invece dall’incapacità dell’esternare le emozioni negative.

E’ l’adulto che può aiutarlo a "trovare le parole per dirlo", promuovendo nel bambino l’acquisizione di un alfabeto delle emozioni che assume un’importanza fondamentale nel comprendere e gestire i propri stati d’animo.

Consulenza scientifica della Dott.ssa Roberta Milzoni, Psicologa e Psicoterapeuta

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Permettigli di essere triste o arrabbiato