Allarme: mamme, così il passeggino può rovinare i vostri figli

I passeggini e i seggiolini dell’auto, se utilizzati in modo spropositato, potrebbero limitare lo sviluppo fisico e del linguaggio nel bambino. A lanciare l’allarme la neuropsicologa inglese Sally Goddard Blythe, direttrice dell’Istituto di Neuropsicologia fisiologica di Chester.

Secondo l’esperta, il passeggino rivolto in avanti, con mamma e papà alle spalle, non favorirebbe le fondamentali interazioni tra bimbo e genitori, provocando difficoltà nello sviluppo del linguaggio.

Di parere opposto Marcello Lunari, direttore dell’unità operativa complessa di pediatria e neonatologia dell’ospedale di Imola, che riconosce nel passeggino rivolto in avanti l’opportunità di offrire maggiori stimoli al bambino. Infatti, il piccolo, guardandosi intorno, ha la possibilità di scoprire l’ambiente che lo circonda.

Tuttavia entrambi gli esperti concordano nel ritenere che il passeggino non va considerato come un posto in cui tenere per troppo tempo il bambino, come spesso accade quando si è imparato ad utilizzarlo. Questo avrebbe conseguenze negative sul suo sviluppo fisico, impedendogli di esplorare il mondo con le sue manine, di sperimentare la consistenza degli oggetti.

Il passeggino può sicuramente essere usato per gli spostamenti, ma non deve essere il luogo privilegiato in cui tenere il bimbo, soprattutto quando è cresciuto, questo induce il piccolo “a una scarsa autonomia ed è poco fisiologico per la postura”. Il bambino rischia di assumere posizioni errate del corpo, perché costretto in uno spazio limitato. 

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Allarme: mamme, così il passeggino può rovinare i vostri figli