Pannolini usa e getta: i pro e i contro

Pannolini usa e getta o pannolini lavabili? Per ciascuno ci sono pro e contro: dalla praticità, al costo, dal rischio di dermatiti all'eco-sosteniblità

I pannolini usa e getta sono da preferire a quelli lavabili oppure no? Quali sono i migliori? Il tessuto sintetico può creare problemi alla pelle del bambino? Tutte domande legittime e normali che una mamma si pone quando pensa alla salute di suo figlio. Non per tutte, però, c’è una risposta certa e univoca. Sia i pannolini usa e getta che quelli lavabili hanno infatti dei pro e dei contro legati al loro utilizzo. La prima cosa da considerare sono comunque le abitudini e le necessità che avete. Poi, eventualmente, siete sempre in tempo a cambiare.

Cominciamo a parlare dei pannolini usa e getta. Innanzi tutto c’è la praticità di questo prodotto. Se avete poco tempo a disposizione, siete sempre di corsa e le vostre giornate sono piene di impegni, allora la soluzione usa e getta viene incontro alle vostre esigenze. È sufficiente gettare il pannolino usato e sostituirlo con uno nuovo ed il gioco è fatto. Il pannolino lavabile, invece si accumula al resto della biancheria da lavare e il cesto dei panni sporchi, soprattutto nei primi mesi, rischia spesso di esplodere. I pannolini usa e getta sono poi molto pratici e veloci da cambiare, mentre quelli lavabili sono un po’ più difficili da indossare se non si è esperti nella chiusura.

I pannolini lavabili sono realizzati in cotone e, contrariamente a quelli usa e getta che sono sintetici, non provocano irritazioni o dermatiti al bambino. Sono soprattutto i bambini con la pelle molto sensibile a rischiare di avere questo tipo di problemi. I pannolini lavabili sono poi più eco-sostenibili in quanto, nonostante il consumo di acqua per il lavaggio, non richiedono uno smaltimento come invece accade per gli usa e getta. Oggi poi ne esistono diverse tipologie, spesso corredate da teli intercambiabili e impermeabili.

Tra i pannolini lavabili più utilizzati ci sono i ciripà: sono quelli più economici, realizzati in cotone e in cui vengono inserite le imbottiture assorbenti. Ricordano la versione del pannolino classico utilizzato dalle nonne. Altro modello sono i pocket che presentano una tasca in cui inserire la parte assorbente e che sono più facili da indossare. Gli all in one sono invece identici a quelli usa e getta, con l’unica differenza che dopo l’utilizzo vengono lavati e non gettati, mentre gli all in two hanno un inserto assorbente che si sgancia ed una mutanda riutilizzabile. Se ancora non avete deciso, potete fare delle prove e poi scegliere. Ricordatevi comunque che tempo e spazio a disposizione per mettere il pannolino sono importanti e non sempre è agevole cambiare i bambini.

Pannolini usa e getta: i pro e i contro