Occhiali da sole al mare per i bambini? L’esperto dice sì

D'estate la protezione degli occhi dei bambini equivale alla protezione della pelle. Gli esperti non hanno dubbi

Se è vero che d’estate, al mare o in montagna, qualunque genitore è ormai intransigente con le creme solari, e ricopre – giustamente- i propri figli di protezione 50 se non più diverse volte al giorno, meno attenzione si fa con gli occhi.

Secondo un sondaggio Ansa, solo il 66% di un gruppo di genitori intervistati ritiene che i bambini debbano indossare necessariamente gli occhiali da sole. Il restante 34% lo ritiene superfluo.

Invece, dicono gli esperti, gli occhi vanno protetti come e quanto la pelle.

“La protezione degli occhi dei bambini equivale alla protezione della pelle. Se si protegge la pelle applicando la crema solare prima dell’esposizione ai raggi ultravioletti, gli occhi vanno protetti indossando gli occhiali da sole”

Ad affermarlo è l’oculista Danilo Mazzacane, segretario nazionale del Gruppo oculisti ambulatoriali liberi (Goal) e docente dei corsi ECM di Consulcesi Club.

Quali sono i rischi che si corrono se gli occhi non vengono adeguatamente protetti dal sole?

“Il riverbero del sole al mare o sulla neve – spiega Mazzacane – può causare congiuntivite o cheratite attinica, ovvero un’infiammazione acuta della cornea caratterizzata da appannamento visivo e dolore che di solito aumenta di notte. È la stessa infiammazione che colpisce i saldatori e coloro che guardano senza protezione fonti di raggi ultravioletti, come le lampade UVA”.

Gli occhiali da sole, invece, proteggono cornea, congiuntiva, retina e cristallino – spiega sempre Mazzacane – e dovrebbero quindi essere sempre indossati dai bambini, soprattutto se hanno gli occhi chiari, che sono più sensibili sia alla luce che al calore”.

Occhiali da sole al mare per i bambini? L’esperto dice sì