I neonati devono dormire in camera con mamma e papà

Secondo alcuni studi dormire in camera con mamma e papà farebbe bene ai neonati, aiutando a prevenire la SIDS, ossia la sindrome da morte improvvisa in culla

I neonati devono dormire in camera con mamma e papà. Lo svela una nuova ricerca scientifica secondo cui questa decisione aiuterebbe a prevenire la Sids (Sudden infant death syndromeossia), ossia la temutissima sindrome della morte improvvisa.

Si tratta di un fenomeno in parte ancora sconosciuto, che per anni gli scienziati hanno studiato, senza però venirne a capo. Le certezze sono poche, ma piuttosto solide. La morte inaspettata infantile sarebbe legata ad alcuni elementi come la posizione prona, il fumo materno, ma anche la temperatura eccessiva e le infezioni respiratorie.

Per scongiurare questa situazione l’ideale sarebbe far dormire il neonato nella camera da letto dei genitori, non nel lettone bensì nella propria culla accanto alla mamma. Tale situazione abbasserebbe il rischio di morte bianca, soprattutto perché ad innescare il decesso, secondo i medici, sarebbe la difficoltà del neonato a risvegliarsi dal sonno profondo, smettendo quindi di respirare.

La ricerca sul tema è stata realizzata da Michael Goodstein, neonatologo di WellSpan Health a capo di una task force istituita negli Stati Uniti dalla American Academy of Pediatrics per studiare la Sids. Secondo l’esperto la presenza del piccolo nella stanza dei genitori, aiuterebbe a prevenire il sonno profondo, garantendo una maggiore sicurezza.

Inoltre questa soluzione renderebbe l’allattamento al seno più semplice, proteggendo il piccolo dalla morte infantile. “È chiaro che condividere la stanza fino ai primi sei mesi e non meno dei primi quattro protegge contro la Sids – ha svelato Ian M. Paul, professore di pediatria presso il Penn State Children’s Hospital – dopo questa soglia, tuttavia, non ci sono informazioni sufficientemente forti per confermare che si tratti di una situazione più sicura di quella in cui il bambino dorma nella sua stanza”.

I neonati quindi dovrebbero dormire nella camera da letto dei genitori sino a 4/6 mesi d’età. In base ad una ricerca realizzata da Paul e pubblicata su Pediatrics, le mamme e i papà che superano questa età, sarebbero più propensi a portare il bambino nel lettone con conseguenze piuttosto gravi. La soluzione migliore invece sarebbe quella, trascorsi i 4 mesi, di spostare il piccolo nella propria stanza, per garantirgli una migliore qualità del sonno.

I neonati devono dormire in camera con mamma e papà