Maturità 2020: maxi orale per i maturandi ai tempi del Coronavirus

A due settimane dall’inizio degli esami di Maturità, gli ultimi aggiornamenti sull’Esame di Stato del 2020, in presenza a causa dell’emergenza Coronavirus.

Redooc.com

Redooc.com Piattaforma di didattica digitale

Maturità 2020: maxi orale per i maturandi ai tempi del Coronavirus. A due settimane dall’inizio degli orali di Maturità, gli ultimi aggiornamenti sull’Esame di Stato del 2020, segnato dall’emergenza Coronavirus.

Come si svolgerà l’esame di maturità in era Covid-19? Una sola prova orale, in presenza, valida 40 punti. Con un’ordinanza del 16 maggio il MIUR ha precisato le modalità di svolgimento dell’Esame di Stato a chiusura del secondo ciclo di istruzione. E per gli studenti con DSA saranno fondamentali il rispetto del PDP e l’uso degli strumenti compensativi. 

La struttura dell’esame di maturità 2020

Abolite le prove scritte, l’esame di Maturità del 2020 consisterà in un maxi orale articolato in 5 parti:

  1. discussione di un elaborato sulle materie di indirizzo individuate dal MIUR come oggetto della seconda prova. L’argomento è stato assegnato dai docenti entro il 1 giugno e gli studenti dovranno inviarlo ai professori entro il 13 giugno;
  2. discussione di un testo di letteratura italiana oggetto di studio durante il quinto anno;
  3. discussione interdisciplinare su un argomento assegnato dalla commissione;
  4. relazione dell’esperienza dei PCTO  (ex Alternanza Scuola-Lavoro);
  5. domande di Cittadinanza e Costituzione.

Esame di maturità 2020 in presenza 

L’esame di maturità 2020 si svolgerà in circa un’ora di tempo, in presenza (a differenza degli studenti di Terza Media che esporranno la loro tesina online).

La commissione sarà formata da sei insegnanti interni e dal Presidente esterno.  I colloqui inizieranno il 17 giugno, giorno in cui si sarebbe dovuta svolgere la Prima Prova scritta di Italiano.

La valutazione dovrà tener conto della “capacità di argomentare in maniera critica e personale, rielaborando i contenuti acquisiti” e della “ricchezza e padronanza lessicale e semantica, con specifico riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore, anche in lingua straniera”.

L’orale vale un massimo di 40 punti, mentre i restanti 60 punti derivano dai crediti del triennio.

Le tutele per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento

Nell’Ordinanza n. 10 del Ministero dell’Istruzione del 16 maggio 2020 a proposito degli esami di Stato nel secondo ciclo di istruzione, gli articoli 19 e 20 sono dedicati rispettivamente agli studenti con disabilità e con DSA. Fondamentali in questi casi il PEI (Piano Educativo Individualizzato) e il PDP (Piano Didattico Individualizzato).

La commissione dovrà consentire l’utilizzo degli strumenti compensativi usati in corso d’anno e, come auspica l’AID (Associazione Italiana Dislessia), prestare particolare attenzione alle “situazioni specifiche soggettive adeguatamente certificate, relative ai candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA), in particolare, le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nell’ambito dei percorsi didattici individualizzati e personalizzati”.

Ormai il tempo stringe e per prepararsi c’è Redooc.com, con tante simulazioni di maturità e migliaia di esercizi interattivi a cui si può accedere gratis grazie all’iniziativa #NeverStopLearning di Intesa Sanpaolo. 

Redooc.com

Redooc.com Piattaforma di didattica digitale Redooc.com è una piattaforma di didattica digitale dalla Primaria alle Superiori, ricca di video lezioni, esercizi interattivi e materiale scaricabile, che ripensa il modo di insegnare e apprendere le competenze di base “leggere, scrivere e far di conto”, perché ognuno possa imparare con i propri modi e tempi: “Siamo tutti Bisogni Educativi Speciali”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maturità 2020: maxi orale per i maturandi ai tempi del Coronavirus