Mamme over 40, qual è il loro segreto?

Secondo i dati della Clinica Mangiagalli c'è una vera inversione di tendenza rispetto al 2008

Per i medici non è l’età consigliabile per intraprendere una gravidanza, ma l’evidenza statistica ci indica che ormai l’età in cui si diventa madre si è vertiginosamente innalzata. Il cambio generazionale e di tendenza emerge dalle nuove statistiche, che segnalano il sorpasso delle (quasi) quarantenni, delle over 40. Le donne che partoriscono tra i 35 e i 44 anni superano quelle che mettono al mondo un figlio tra i 25 e i 34 anni.

I dati elaborati dalla clinica ginecologica Mangiagalli di Milano esplicitano il concetto sintetizzato sopra, in una frase appena: le puerpere over 35 sono il 48,4% contro il 44,7%.

Una tendenza simmetricamente opposta rispetto a quella tracciata fino al 2008, quando le ‘mamme anziane’ erano il 45,7% contro il 48,9%. Un segnale dei tempi che mutano e a cui concorrono fattori di natura sociale (il livello di istruzione, ad esempio) che la direttrice dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia, Alessandra Kustermann, ha sintetizzato con poche parole, ma efficaci: “E’ un’inversione di tendenza epocale”.

A questa tendenza, come definita dalla Kustermann, concorre sicuramente il moltiplicarsi delle possibilità di godere di cure più avanzate e farmaci ma in parte ridotta. Procreare in età adulta è una scelta determinata da altri fattori, come il ritardo dell’ingresso nel mondo del lavoro, visto che nel medesimo studio si rileva un aumento delle coppie che chiedono assistenza dell’1,3%. Un po’ poco per imputare a una sola variabile la questione.

Di gravidanze attempate (e celebri) se ne possono elencare diverse. Da Gianna Nannini, diventata madre ormai 50enne della piccola Penelope, ad Alessandra Martines, che ha avuto mesi fa un maschietto. Altre mamme over 50 sono Carmen Russo e Heather Parisi, rispettivamente mamme di una bambina e die due gemelli. Entrambe hanno affrontato i 9 mesi di gestazione quando già avevano superato la fatidica soglia.

Per rimanere nel mondo dello spettacolo altre donne hanno intrapreso questo percorso in età matura. Solo alcuni esempi: Antonella Clerici, che ha raccontato la sua vicenda umana in un libro ‘Aspettando te’, Monica Bellucci (che ha prestato la sua immagine a questa causa), le attrici Halle Berry e Susan Sarandon.

Certo, citare le storie (felici) di donne dello showbiz, con una facilità di accesso a trattamenti specifici (magari all’estero) e risorse economiche ilimitate o quasi non fornisce l’esatta entità del fenomeno per ora, molto, molto limitato per ragioni di natura biologica da declinare caso per caso.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mamme over 40, qual è il loro segreto?