Mamme attenzione, la mancanza di sonno genera piccoli mostri

Effetti negativi sull'umore, scarsa capacità di concentrazione e rendimento scolastico deludente: sono queste le conseguenze principali della mancanza di sonno nei bambini

Attenzione, la scarsa qualità del sonno dei bambini può nuocere alla salute (anche dei genitori). A confermarlo è una ricerca condotta dalla Società Italiana di Pediatria preventiva e sociale in collaborazione con la Società Italiana delle cure primarie pediatriche. Al termine dell’indagine è emerso che oggi in Italia ben quattro bambini dormono meno di quanto dovrebbero e con una qualità del sonno scadente. L’esperimento ha poi svelato come i genitori sottovalutino l’importanza di un buon riposo per i propri figli e permetta loro di giocare con play station o tablet la sera fino a tardi.

I risultati di questo studio sono stati presentati anche alla Camera dei Deputati dalla Presidente Michela Vittoria Brambilla. Nell’occasione sono state rimarcate le conseguenze dannose che un sonno di scarsa qualità può comportare. In particolare l’umore, la capacità di concentrazione e il rendimento a scuola sono gli aspetti che evidenziano il problema. Nonostante esistano delle indicazioni ben precise su come comportarsi correttamente per garantire il miglior riposo possibile ai bambini, ancora troppi genitori ignorano alcuni aspetti fondamentali per far dormire bene i propri figli.

Nell’indagine sono stati coinvolti oltre 100 pediatri in tutta Italia che hanno studiato le abitudini e i comportamenti legate al sonno di 2000 bambini. Alla fine è risultato che soltanto il 68% dei soggetti studiati, con un’età compresa tra gli 1 e i 14 anni, dorma in maniera corretta e adeguata. Ci sono delle differenze anche geografiche nel nostro Paese. Al nord, ad esempio, la percentuale sale al 72%. Nella fascia d’età tra gli 1 e i 3 anni le ore di sonno dovrebbero variare da un minimo di 11 ad un massimo di 14. Un valore che scende tra le 10 ore e le 13 con bambini che arrivano a 5 anni, mentre per chi si trova nella fascia tra i 6 e i 13 anni le ore di sonno dovrebbero essere almeno 9.

Le ore di sonno sono spesso frammentate in quanto molti bimbi con età compresa tra gli 0 e i 2 anni si addormentano nel lettone tra mamma e papà. Un’abitudine che il 20% si trascina fino ai 9 anni. I primi colpevoli della qualità scadente del sonno dei bambini sono i videogiochi, gli smartphone e tablet e la tv. Tra i bimbi che hanno fino a 2 anni, il 40% si addormenta con un video acceso davanti agli occhi. I pediatri si raccomandano sempre di far trascorrere almeno un’ora tra lo spegnimento di tv e consolle per i giochi e il momento di andare a dormire. Evidentemente non sono molti coloro che li ascoltano.

Mamme attenzione, la mancanza di sonno genera piccoli mostri