Mamma Bastianich: “I bambini italiani sono piccoli geni in cucina”

E’ diventata nota al grande pubblico in una delle puntate della scorsa edizione di Masterchef, cui aveva partecipato invitata da uno dei giudici, il figlio Joe. Stiamo parlando di Lidia Bastianich, ristoratrice di lunga data e appassionata di cucina, ma quella vera. Quella "della nonna", per intenderci, genuina e casalinga. Subito è risultata simpatica al grande pubblico, con la sua aria rassicurante e il sorriso aperto, tanto che è stata scelta fra i giudici di Junior Masterchef, la competizione in cui i cuochi saranno dei piccoli italiani, le cui riprese si concludono in questi giorni e che andrà in onda a partire da Febbraio-Marzo 2014.

Suoi compagni in questa avventura gli chef Alessandro Borghese e a Bruno Barbieri, anch’essi già noti al grande pubblico. "Con Barbieri e Borghese l’intesa è stata immediata, e poi ci conoscevamo professionalmente da tempo. Con i piccoli concorrenti, sinceramente, temevo peggio" ha dichiarato mamma Bastianich in un’intervista rilasciata al quotidiano Il Giornale. L’idea di realizzare una versione Junior per l’Italia risale a poco dopo l’arrivo del figlio in Italia: "Il suo successo fu tale che venne naturale. Joe pensò subito a me, perché sono mamma e nonna, e ho la sensibilità giusta per trattare coi piccoli". Aggiunge poi che è rimasta stupita dall’abilità dei piccoli cuochi italiani: "Sospettavo che i concorrenti italiani fossero più abili di quelli americani, d’altronde sono cresciuti in famiglie dove il mangiar bene è una legge, dove mamme e nonne dominano la cucina, ma non pensavo in queste proporzioni". 

La signora Bastianich in America è un mito della cucina tricolore, autrice di libri stravenduti (l’ultimo, 125.000 copie), e titolare di tre ristoranti solo a New York gestiti insieme al figlio Joe: Felidia, Becco e Esca, più due Lidia’s, a Kansas City e Pittsburgh. 

Mamma Bastianich: “I bambini italiani sono piccoli geni in ...