Le 5 frasi da evitare con un figlio che odia lo studio

Cosa non dire a un figlio assolutamente ostile nei confronti della scuola e dello studio

Come fai a costruirti un futuro nel mondo del lavoro se non studi?
Queste minacce non fanno altro che aumentare il rifiuto del ragazzo verso lo studio. La paura di non potersi affermare alimenta la svogliatezza e la voglia di non diventare grande. Perciò non serve dipingere un futuro nero, ma al contrario spiegare quante cose si possono fare con un’ottima preparazione alle proprie spalle.

Se vai bene all’interrogazione ti faccio un regalo!
Promettere un premio per un bel voto non è educativo. Non bisogna insegnare ai propri figli che un buon rendimento significhi per forza una gratificazione materiale. E’ meglio elogiare il loro risultato a parole e mostrargli quanto si è contenti del voto che ha preso a quel compito.

Possibile che proprio non sei capace di svolgere questo esercizio?
Sminuire un figlio alle prese con un compito in cui trova difficoltà non è affatto una cosa da fare. Sottolineare le sue carenze non è educativo, al contrario, alimenta complessi e insicurezze. Bisogna aiutarlo invece a superare questi ostacoli , magari anche con l’ausilio di un insegnante privato.

Il figlio della mia amica ha preso tutti dieci in pagella!
Fare confronti con altri non serve a nulla. Costringere un ragazzo che ha poca voglia di studiare a paragonarsi a un altro che invece è decisamente più brillante di lui è solo un’umiliazione. D’altra parte è pur vero che non tutti siamo fatti per lo studio. La cosa importante nella vita è essere consapevoli dei propri limiti e provare a superarli.

Se non studi ti tolgo il corso di basket!
Mai togliere le attività sportive. Praticare sport aiuta a scaricare tutte le tensioni e lo stress accumulato. Anche se la voglia di studiare non è molta, rimanere a casa non la aumenterà. E’ meglio vietare l’uso dei giochi elettronici, piuttosto che lo sport.

Immagini: Depositphotos

Le 5 frasi da evitare con un figlio che odia lo studio