La pelle dei neonati – Terza parte

Pulizia dell’area del pannolino

La pulizia periodica della pelle del sederino e dei genitali va eseguita frequentemente, tutte le volte che il bambino è bagnato o sporco, per evitare che un contatto prolungato con le feci e le urine possa infiammare ed irritare la fragile cute. Nel lattante è frequente infatti la dermatite da pannolino, un’ irritazione che provoca arrossamenti, spesso dolorosi.

La pelle va lavata, ad ogni cambio, con acqua tiepida, ricordando di eseguire la pulizia, nelle femmine, dall’avanti all’indietro, in modo da evitare di trasportare sostanze irritanti dalla regione anale a quella vaginale.

Per la pulizia ci si può servire di batuffoli di ovatta o salviette impregnate di crema (ma mai di spugne, che sono assolutamente antigieniche poichè si impregnano di sporco e batteri), aprendo e pulendo con cura tutte le pieghe.

La pelle va poi asciugata applicando successivamente una pasta protettiva, contenente ossido di zinco, in grado di formare un’efficace barriera contro l’umidità e le sostanze irritanti.

Fonte:

La pelle dei neonati – Terza parte