Francesco e Sofia, ecco i nomi preferiti dai genitori italiani

La crisi colpisce anche la natalità, almeno così è costretta a registrare l’Istat che nel 2012 riferisce un calo pari a 12mila nacite. Un decremento in parte causato dalle condizioni economico-finanziarie in cui versano il nostro Paese e le famiglie, stando ai numeri dell’anagrafe. Constatazione che non riguarda gli stranieri residenti in Italia che ammontano a poco meno di 80 mila nel 2012.

Ma quali sono i nomi preferiti dai neo genitori, seppur pochini rispetto all’anno precedente? Sull’onda dell’elezione del nuovo papa, domina la classifica Francesco, nome prediletto per i maschietti da tre anni a questa parte. Per le femminucce, invece, domina la classifica Sofia.

I nuovi nati da genitori stranieri residenti in Italia si chiamano Adam, Rayan, Mohamed ma anche Matteo e Alessandro, mentre per le bambine il primato spetta a Sara, seguita da Sofia, Malak e Melissa.

Tornando ai genitori italiani dopo Francesco segue Alessandro, seguito da Andrea e poi da Lorenzo. Dopo Sofia, il nome preferito per le femmine è Giulia, seguito da Giorgia e poi da Martina. Il nome del santo di Assisi (e del nuovo papa, che però nel 2012 ancora non era salito al soglio pontificio) è particolarmente apprezzato al Sud, mentre Alessandro in alcune regioni del Nord.

Quanto ai genitori stranieri, le loro preferenze risentono della cittadinanza: la tendenza a scegliere per i propri figli un nome diffuso nel paese ospitante piuttosto che uno tradizionale è spiccata per la comunità cinese. I bambini cinesi iscritti in anagrafe per nascita si chiamano Matteo, Andrea, Alessandro, Angelo, ma anche Kevin, Alex; il nome più frequente scelto per le bambine è Sofia, seguito da Elena, Elisa e Emily. Un comportamento opposto si riscontra per i genitori del Marocco, dell’India, della Tunisia e del Bangladesh, che raramente scelgono per i loro figli nomi non legati alle tradizioni del loro Paese d’origine. I genitori rumeni e albanesi, infine, prediligono tanto nomi molto diffusi in Italia quanto nomi più tipici della comunità di appartenenza.

Altro dato interessante, per quanto riguarda l’analisi dell’Istat, un bimbo su quattro nasce in coppia non sposata. I nati da genitori non coniugati sono stati 132 mila, in leggera diminuzione rispetto all’anno precedente; tuttavia, a causa della forte diminuzione dei nati da coppie coniugate, il loro peso relativo è salito ancora. Al Centronord, in particolare, i nati da genitori non coniugati supera il 30% con picchi del 44% nella Provincia autonoma di Bolzano, 36% in Valle d’Aosta, 33% in Emilia-Romagna e Liguria, 31% in Toscana e in Piemonte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francesco e Sofia, ecco i nomi preferiti dai genitori italiani