Impara l’arte di raccontargli una storia

Einstein diceva "Se volete che vostro figlio sia intelligente, raccontategli delle fiabe; se volete che sia molto intelligente, raccontategliene di più".

In effetti, le fiabe, le storie, rappresentano una preziosa occasione di svago e nutrimento essenziale per la personalità infantile, nonchè un aiuto al processo di maturazione interiore del bambino.

Con la loro semplicità e chiarezza, le fiabe sono simili alla mente dei bambini. Ad esempio i motivi magici, pochi personaggi con qualità opposte buono-cattivo, la trama semplice, il motivo del lieto fine.

La fiaba nutre la fantasia, rinforza le virtù come il coraggio e l’onestà, aiuta a tradurre i propri stati interiori, le proprie emozioni in immagini, a scaricare l’aggressività e liquidare tensioni e paure grazie alla presenza rassicurante dell’adulto che racconta.

Il bambino ha bisogno del rassicurante schermo dell’adulto. Se è la mamma a raccontare, il piccolo non risentirà di certe crudezze narrative. Il narratore può modificare il linguaggio per enfatizzare o meno la storia, osservando il bambino e cogliendo le sue reazioni emotive. Naturalmente è sempre bene scegliere i temi adatti al bambino in base all’età e al momento evolutivo.

Consulenza scientifica della Dott.ssa Elisabetta Valtorta, Psicologa clinica e psicoterapeuta della Gestalt

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Impara l’arte di raccontargli una storia