Il tuo bimbo ha 3 mesi: la terza settimana

Molti bambini a questo punto sono in grado di sollevarsi sulle braccia: metà del lavoro per iniziare a gattonare è già fatto! Alcuni non aspetteranno di mettersi a quattro zampe prima di partire e inizieranno a spostarsi in giro per casa strisciando sulle braccia come piccoli militari.

La coordinazione tra mani e occhi è migliorata e il piccolo proverà ad afferrare gli oggetti appesi alla giostrina che si muovono sopra alla culla. Il bebè esaminerà a lungo i giocattoli che mettiamo nella culla o sul tappeto dov’è sdraiato e girerà molto spesso la testina per vedere cosa succede di fianco e dietro di lui.

Per soddisfare la sua curiosità, possiamo fargli trascorrere del tempo sulla sdraietta, nel seggiolino o in grembo da dove avrà un’ottima visuale per guardarsi intorno.

Anche se è ancora presto, il tuo bambino potrebbe mostrare la volontà di alzarsi sulle gambe. In questo caso, sorreggilo per aiutarlo a stare in posizione eretta per qualche secondo e non aver paura che possa essere dannoso per il suo sviluppo: è un esercizio del tutto innocuo.

L’aumentata mobilità del bambino ovviamente rende fiero ogni genitore, l’unica pecca è che da ora in poi cambiargli il pannolino o vestirlo diventerà una vera impresa! Il nostro caro bebè non vorrà saperne di stare fermo ed è facile che più ci metterà in difficoltà, maggiore sarà il suo divertimento.

A questo punto diventa importante fare molta attenzione quando il piccolo è sul fasciatoio: non lasciamolo solo neanche per pochi attimi e assicuriamolo con le cinghie di sicurezza. In alternativa possiamo effettuare il cambio del pannolino sul nostro letto oppure sul pavimento.

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il tuo bimbo ha 3 mesi: la terza settimana