Il tuo bimbo ha 2 mesi: la seconda settimana

A questo punto il tuo bebè potrebbe rallegrarti con le sue prime risate! Riderà quando gli parli o gli fai il solletico e probabilmente farà versetti di gioia quando vedrà la mamma, il papà o un giocattolo che gli piace.

Il bebè diventa ogni giorno più forte e steso sul pancino potrebbero essere già in grado di sollevare la testa e il petto da terra. Potrebbe persino fare delle piccole "flessioni" sulle braccine. Per aiutarlo in questa fase di sviluppo possiamo mettere un giocattolo davanti a lui mentre è sdraiato: il piccolo si solleverà per osservarlo e farà così un ottimo allenamento in preparazione del futuro gattonamento.

Questo è il periodo in cui alcune mamme decidono di rientrare al lavoro. La separazione è sempre difficile ma esistono metodi per addolcirla: bisogna abituare gradualmente il bebè a stare lontano dalla mamma, inizialmente per brevi periodi.

Se l’orario lavorativo non ti permette di presenziare a tutte le poppate, potrai utilizzare un tiralatte durante le pause che ti aiuterà a mantenere la quantità di latte prodotta costante. Il piccolo va abituato a prendere il biberon, possibilmente da chi si occuperà di lui in tua assenza, già prima del tuo ritorno al lavoro.

Alla sera e nel weekend meglio lasciar perdere il biberon: approfittiamo dell’intimità della poppata per stare vicine al nostro bebè e rinsaldare il legame che ci unisce.

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il tuo bimbo ha 2 mesi: la seconda settimana