Campeggio: la vacanza più bella per i bambini

Contatto con la natura, senso di libertà e indipendenza, interazione con il prossimo: 7 valide ragioni per fare campeggio con i propri figli

Il campeggio, in roulotte, camper o tenda che sia, è una scelta di vita oltreché di vacanza.

Non tutti amano la promiscuità, la comunanza, la vita all’aria aperta h24, con tanto di pregi ma anche di limiti, che il campeggio implica.

Quel che è certo – e medici, educatori e psicologi infantili concordano – è che il campeggio è sotto tanti aspetti la vacanza più bella e istruttiva per i bambini.

Ma anche rilassante per i genitori, perché laddove i figli si divertono e sono indipendenti, mamma e papà se la godono. O no?

Ecco 7 validissime ragioni che confermano la tesi: il campeggio è la vacanza ideale per i bambini

1. I bambini vivono 24h al giorno all’aria aperta (se si considera la tenda una sorta di letto sotto le stelle). Non esistono – o sono comunque limitati – tv, play station, tablet. La natura è l’unico intrattenimento per loro.
2. Si gioca, si mangia, si dorme a stretto contatto con gli altri. Questo aiuta e sviluppa la capacità di interazione e sopportazione del prossimo.
3. Tutto ha una dimensione ludica e fiabesca per i bambini: dormire in tenda sul materassino tutti insieme, mangiare all’aperto, leggere sull’amaca, farsi la doccia con gli altri bambini.
4. I bambini imparano a sentire ed ascoltare i rumori della natura e a seguire ritmi naturali: svegliarsi presto, per forza di cose (luce e calore non permetterebbero altrimenti) e andare a dormire presto, stravolti dopo giornate intense, in cui non si sono mai fermati!
5. Anche quando il tempo non è bellissimo, magari c’è troppo vento per stare in spiaggia i bambini possono correre felici per il campeggio, giocare e divertirsi tra loro, inventando mille passatempi. Non ci sono macchine o pericoli che lo impediscano.
6. Il campeggio, dove tutto (tenda, bagni, bar, ristorante e market) è vicino e a misura d’uomo permette di responsabilizzare i bambini, mandandoli a fare la spesa, comprarsi il gelato o lavarsi da soli. Loro si sentono grandi e importanti, voi liberi e leggeri
7. Al mare ci si arriva a piedi. Spesso i bimbi vanno e vengono da soli, mentre voi cucinate o vi rilassate.

P.s A chi potrebbe obiettare che anche il villaggio, per tanti aspetti, si avvicina al campeggio con la comodità aggiuntiva di avere un vero tetto sopra la testa e un bagno privato, diciamo che in parte è vero. Ma alcune differenze, non ultime quelle economiche, sono palesi.

Campeggio: la vacanza più bella per i bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Campeggio: la vacanza più bella per i bambini