Il bonding: cosa fare se il legame non si instaura subito?

Quando il legame non sembra instaurarsi da subito occorre avere pazienza, dedicarsi alla conoscenza e scoperta della personalità del proprio figlio, abituarsi ai suoi segnali e imparare a riconoscerli.

Se nel corso delle settimane la madre continua a sentirsi insicura e a disagio, si sente distaccata o risentita nel rapporto con il figlio, se non prova un attaccamento per il bambino e non riesce a sintonizzarsi ai suoi bisogni e richieste, se non riesce ad instaurare un contatto corporeo e visivo spontaneo e sereno, allora è importante rivolgersi ad una figura di riferimento (pediatra, medico di fiducia, ostetrica, ginecologo) che possa accogliere i suoi vissuti e consigliarla.

E’ fondamentale non sottovalutare la situazione soprattutto in un momento delicato come il post-natale in cui la donna si ritrova a dover fronteggiare tutta una serie di cambiamenti fisici, emotivi e psicologici che possono sfociare in una depressione post-partum. Tale disturbo è un fenomeno molto diffuso ma troppo spesso trascurato, che, se non adeguatamente curato, può causare conseguenze anche pesanti nella donna, nella sua relazione con il partner e soprattutto nella relazione con il bambino.

Consulenza scientifica della Dott.ssa Stefania Bianchi, Psicologa e Psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico – Metodo Rêve-èveillè di Robert Desoille

Fonte:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il bonding: cosa fare se il legame non si instaura subito?