I corsi extraschool: quale scegliere?

Per bimbi e genitori la scelta del corso extrascolastico più adatto è un momento molto delicato. E’ importante scegliere un’attività che fornisca ai nostri figli un valore aggiunto, contribuendo ad arricchire il loro bagaglio di esperienze di crescita. Ma è altrettanto importante che il corso sia vissuto dai nostri pargoli come un momento di svago e divertimento, per non caricare di ulteriori fatiche le intense giornate già fitte di impegni scolastici e non.

Ovviamente, nella scelta del corso dovremo tenere in considerazione le varianti di orari e spostamenti, che dovranno incastrarsi nella routine familiare con il minor impatto possibile per ottenere il massimo del divertimento per i bimbi e il minimo di stress delle mamme che li dovranno scarrozzare in giro.

Ma soprattutto è importante scegliere un corso che assecondi le inclinazioni e i talenti naturali di nostro figlio mentre lo aiuta a sviluppare nuove capacità.

Corsi di teatro
Nei corsi di teatro per bambini non si impara a recitare, ma si apprende un nuovo modo per esprimere sé stessi e per interagire con gli altri. Il teatro aiuta i bimbi più timidi ad acquisire maggiore fiducia in sé stessi e ad esprimersi davanti agli altri con più sicurezza, mentre per i piccoli più vivaci si rivela un ottimo modo per incanalare l’eccessiva esuberanza.

Corsi di musica
Nei corsi di musica ai bambini più grandi si insegna a suonare uno strumento, mentre ai bimbi più piccoli viene solitamente proposto un percorso ludico didattico alla scoperta del suono. La musica è adatta a tutti in quanto aiuta ad esprimere sé stessi dando voce alle emozioni più profonde per mezzo delle note.

Corsi di arti plastiche
Pittura, manipolazione, crafting: in questi corsi le capacità manuali vengono stimolate e affinate fornendo un mezzo per esprimere la propria creatività e fantasia. Molti di questi corsi insegnano anche il valore del riciclo partendo da materiali di scarto per realizzare piccole opere d’arte. Questi corsi sono adatti a tutti: ai bimbi vivaci, che avranno modo di sviluppare concentrazione e pazienza; ai piccoli creativi, che potranno mettere a frutto la propria fantasia; ai bimbi timidi che troveranno un metodo alternativo per esprimersi e farsi conoscere.

Corsi di cucina
Nei corsi di cucina oltre a sviluppare la manualità e ad esprimere la propria creatività, ai bimbi vengono trasmessi un sano amore per il cibo e una vera e propria educazione alimentare. Imparare a distinguere i cibi sani da quelli non, mettere le mani in pasta, assaggiare quello che si è preparato: sono esperienze preziose per permettere ai nostri bimbi di instaurare un rapporto sereno ed equilibrato col cibo. I bimbi inappetenti non resisteranno alla tentazione di assaggiare il prodotto delle loro manine, mentre i bimbi golosi potranno scoprire valide alternative fatte in casa ai poco salutari snack e merendine.

Corsi di lingua
L’apprendimento di una seconda lingua risulta molto più semplice in età precoce, quando la mente è più plastica e ricettiva. Frequentare un corso extrascolastico di lingua favorisce la socializzazione, l’acquisizione del concetto del "diverso da sé" e permette di affrontare lo studio delle lingue a scuola partendo avvantaggiati.

Corsi sportivi
Mens sana in corpore sano: lo sport unisce all’attività fisica – indispensabile in fase di crescita – vantaggi anche dal punto di vista psicologico e sociale. Nella scelta dello sport è importante tenere conto del carattere del bambino: gli sport di squadra sono indicati per i bimbi più timidi perché favoriscono la socializzazione; gli sport individuali aiutano a sviluppare il senso di responsabilità, in quanto il risultato dipende esclusivamente dal singolo; per i bimbi più vivaci è consigliabile seguire un corso in cui si insegnano regole comportamentali, come ad esempio le arti marziali.

Fonte:

I corsi extraschool: quale scegliere?