La gravidanza: ventinovesima settimana

Nella ventinovesima settimana di gravidanza il piccolo inizia a stare piuttosto stretto nella pancia e la mamma si prepara al parto

Nella ventinovesima settimana di gravidanza il bambino ormai è divenuto grande e comincia a stare stretto nel pancione. Quando la mamma è stesa riesce a sentire i suoi movimenti e i due instaurano un legame unico. La donna inizia a sentire un po’ di ansia in vista del parto e per la salute del bambino. Per questo è importante che si rilassi con yoga o lunghe passeggiate e che passi il tempo riposandosi e facendo qualcosa di piacevole che la distragga.

I sintomi della ventinovesima settimana di gravidanza

Il riposo è fondamentale nella ventinovesima settimana di gravidanza, soprattutto perché il respiro si fa sempre più difficoltoso e la stanchezza è tanta. Il bambino è cresciuto parecchio e pesa sulla vescica spingendo la futura mamma ad andare spesso in bagno. L’utero ha ormai raggiunto il petto e il cuore batte molto veloce. Dai capezzoli inizia a fuoriuscire del liquido, il seno aumenta di grandezza e peso e le vene sono evidenti. Sulla pancia l’ombelico si appiana e si crea la linea nigra, una linea scura che unisce ombelico e pube.

Com’è il bambino nella ventinovesima settimana di gravidanza

Gravidanza ventinovesima settimanaNella ventinovesima settimana di gravidanza la testa inizia ad essere molto più proporzionata rispetto al corpo. Il piccolo misura 37 centimetri e pesa 1.005 grammi. Il pancione comincia a stargli un po’ stretto e lui passa il tempo a percepire i suoni che provengono dall’esterno e a percepire la luce. In questo periodo sia la mamma che il papà possono stabilire un legame con il piccolo, parlando al pancione e facendogli ascoltare della musica.
Il piccolo non solo sente al meglio i sapori, ma nel suo corpo viene prodotta anche la surfattante, una sostanza che favorisce la respirazione corretta al livello polmonare. In questa settimana è possibile effettuare anche il controllo mensile del sangue e delle urine per valutare i livelli di glucosio e di albumina. Sarebbe utile anche una visita prenatale dal ginecologo che prescriverà probabilmente la terza ecografia per il terzo trimestre.

 

Per altre informazioni sulla gravidanza leggi anche:
La gravidanza: trentesima settimana
La gravidanza: trentunesima settimana
La gravidanza: trentaduesima settimana
La gravidanza: trentatreesima settimana
La gravidanza: trentaquattresima settimana

La gravidanza: ventinovesima settimana
La gravidanza: ventinovesima settimana