La gravidanza: sesto mese

Nel sesto mese di gravidanza la pancia continua a crescere e il piccolo inizia a percepire suoni e stimoli provenienti dall'esterno

Nel sesto mese la mamma è ormai giunta oltre la metà della gravidanza, fra la ventiduesima e la ventiseiesima settimana. Il piccolo continua a crescere e somiglia già a un essere umano in miniatura, i suoi movimenti si sentono chiaramente, mentre il pancione continua a crescere ed il peso ad aumentare. All’interno della pancia il bambino apre e chiude le palpebre, si muove e inizia a respirare autonomamente, ma soprattutto comincia a percepire i suoni provenienti dall’esterno, rispondendo agli stimoli della mamma.

I sintomi del sesto mese di gravidanza

Nel sesto mese di gravidanza il seno si prepara al futuro allattamento. I capezzoli iniziano a produrre il colostro, un liquido utile per aumentare le difese immunitarie del piccolo, che verrà secreto anche nei primi giorni subito dopo il parto. Uno dei sintomi più evidenti in questo periodo è il forte bruciore di stomaco, che solitamente si avverte nella parte bassa del torace e può spingere anche a rigurgitare del fluido acido. Anche le gengive possono risentire dei cambiamenti del corpo, gonfiandosi e divenendo dolenti a causa degli ormoni prodotti dal sistema endocrino. In questo periodo compaiono anche le prime contrazioni uterine, che si avvertono nella parte bassa del ventre. Uno dei sintomi più evidenti di questo sesto mese è l’aumento di peso. La pancia è ormai grossa, mentre la mamma dovrebbe essere aumentata già di circa 6 kg. Come sempre è fondamentale monitorare i chili presi. Questo perché un eccessivo aumento di peso potrebbe essere provocato da una scorretta alimentazione e potrebbe rendere più difficile il proseguire della gravidanza, ma soprattutto il parto.

Cosa fare nel sesto mese di gravidanza

Gravidanza sesto mesePer riacquistare un po’ di forza e supportare al meglio il peso del pancione che grava sul corpo della mamma, nel sesto mese di gravidanza spesso i  medici consigliano di assumere maggiormente vitamine e amido. Fra gli esami da effettuare in questo mese ci sono come sempre quelli di routine, ossia l’esami del sangue quello delle urine e la visita ginecologica. Infine a volte l’ecografia morfologica può essere fatta nel sesto mese anziché alla fine del quinto, fra la ventunesima e la ventiduesima settimana.

 

Per saperne di più leggi anche:
La gravidanza: ventunesima settimana
La gravidanza: ventiduesima settimana
La gravidanza: ventitreesima settimana
La gravidanza: ventiquattresima settimana

La gravidanza: sesto mese
La gravidanza: sesto mese