Gravidanza: come affrontare il caldo questa d’estate

In gravidanza il caldo estivo può essere un problema. Per rendere l'estate piacevole è possibile seguire alcune semplici regole

Durante la gravidanza il caldo è spesso motivo di elevato fastidio: l’aumento di volume del corpo e il pancione portano a seri problemi di circolazione e ad un eccessivo affaticamento, che peggiorano notevolmente durante gli afosi mesi estivi. Si possono attuare alcuni accorgimenti che permettono di trascorrere al meglio l’estate più calda, anche durante gli ultimi mesi di gestazione. La gravidanza non deve impedire alle future mamme di trascorrere delle belle vacanze al mare, anche se è bene gestire le giornate in spiaggia in modo corretto.

Come prima cosa è bene evitare di esporsi al sole nelle ore più calde del giorno, tra le 10 e le 16, sfruttando invece le prime ore del mattino e la sera per delle salutari passeggiate sul bagnasciuga; questa attività stimola la circolazione a aiuta ad avere gambe meno pesanti e più toniche. Di fondamentale importanza anche la protezione solare: gli sbalzi ormonali della gravidanza possono causare macchie della pelle e le scottature non sono sicuramente consigliate. Conviene quindi ricordarsi di applicare spesso una buona protezione solare, possibilmente elevata.

Anche un bel cappello impedisce di affaticare gli occhi e di prendere una quantità eccessiva di sole direttamente sulla testa. Conviene anche ricordare di bere spesso, soprattutto durante le giornate più calde. Oltre a bere, possibilmente acqua non eccessivamente fredda, è bene consumare cibi ricchi di liquidi, come frutta e verdura. Evitare i cibi troppo pesanti e, soprattutto, fate molta attenzione alla conservazione degli alimenti: le gastroenteriti, di qualsiasi genere, sono particolarmente pericolose in gravidanza. Evitate anche qualsiasi bevanda con effetto psicotropo, che potrebbe influire sullo sviluppo del feto: tè e caffè sono sconsigliati, mentre l’alcool dovrebbe essere proprio bandito dalla vostra dieta, a maggior ragione in estate.

Per riposare in un modo migliore, evitando il caldo eccessivo, durante la gravidanza si può sfruttare il condizionatore in modo intelligente: evitate temperature inferiori ai 25-26, che possono favorire l’insorgenza di fastidiosi raffreddori. In casa conviene anche sostare negli ambienti più freschi e abbassare le tapparelle nelle stanze dove batte il sole in modo continuativo. In caso di caldo eccessivo, una doccia tiepida può essere un toccasana.

Gravidanza: come affrontare il caldo questa d’estate