Giocando si impara: i nuovi passatempi per bambini

I bambini di oggi hanno una scelta vastissima di stimoli e divertimenti. Giocano a nascondino, come facevamo noi quando eravamo piccoli e si divertono con costruzioni, bambole e peluche che ci ricordano tanto la nostra infanzia. Oppure si fanno coinvolgere da qualche gioco elettronico che insegna i numeri e le prime paroline d’inglese.

Il mondo dei bambini è sempre più interattivo. Scienza e tecnologia sono al servizio dell’infanzia e in base al principio che “giocando si impara”, ogni giorno vengono inventati giochi e intrattenimenti altamente educativi che non tolgono nulla al divertimento.

Già piccolissimi i nostri bimbi vengono circondati da oggetti super-colorati e interattivi che stimolano la voglia di apprendere.

Per non parlare poi di tutti i corsi e le attività per famiglie che permettono ai nostri bimbi di imparare mentre si divertono: corsi sportivi, laboratori creativi e di cucina, gite alla scoperta della natura, corsi di musica, ballo e canto, vacanze studio… insomma, ce n’è proprio per tutti i gusti.

E’ un mondo in continua evoluzione. I vecchi videogiochi che ci tenevano incollati al divano sono ormai superati. I nostri figli si divertono come matti con le nuove consolle interattive che, come emerge da una ricerca condotta dall’Università dell’Oklahoma, sono anche un ottimo strumento per fare attività fisica. Non fraintendiamo: sarebbe meglio fare del sano movimento all’aperto. Ma nei giorni di pioggia i videogiochi attivi sono sicuramente da preferire ai classici videogames che riducono l’attività dei nostri figli a zero.

Ma non è tutto: oggi anche la TV diventa interattiva. Ne è un esempio BabyTV, il neonato canale di Sky pensato apposta per i più piccini. Si tratta di un canale privo di pubblicità e di programmi commerciali. La programmazione, realizzata in collaborazione con esperti dello sviluppo infantile, propone di giorno forme e colori che stimolano l’apprendimento, di notte immagini e musiche rilassanti che aiutano i piccoli a prendere sonno.

Anche in questo caso vale lo stesso discorso fatto per i videogiochi. Se facciamo un esame di coscienza, ci renderemo conto che i bambini passano comunque molto tempo esposti all’influenza della TV, anche solo perché la sta guardando un adulto in casa. Quindi, a conti fatti, meglio tenerla sintonizzata su un canale adatto ai più piccoli.

Ovviamente il televisore non va utilizzato come babysitter. La presenza dei genitori è fondamentale, e non solo quando il bambino è seduto davanti alla TV.

Il gioco aiuta a crescere. Ma per crescere bene ogni bambino ha bisogno di una guida e mamma e papà dovranno essere sempre presenti per aiutarlo a interpretare nel modo giusto ogni nuova scoperta nel meraviglioso viaggio che è la vita.

Fonte:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Giocando si impara: i nuovi passatempi per bambini