Mamme, non pubblicate su Facebook le foto dei vostri figli

Lancia l'allarme il pm presso il Tribunale dei minori: la pubblicazione e condivisione online delle foto dei propri bambini è pericolosa

Anche voi siete tra le numerose mamme che pubblicano su Facebook le foto dei vostri bambini? Fate attenzione, perché può essere pericoloso. Anche se la nuova funzione Scrapbook (trad. “album”) del social network sembra migliorare l’attuale situazione è sempre meglio di quali sono i rischi. Scrapbook consentirà di raggruppare le foto del proprio bambino in un unico album attraverso una tag e sarà disponibile a breve negli Usa per iOS e Android nella versione desktop. In un momento successivo sarà disponibile anche negli altri Paesi. La tag sarà inventata a piacere e non sarà utilizzabile da altri che non siano i genitori.

“Se scegli di taggare tuo figlio in una foto questa sarà aggiunta in un album personalizzabile”, si legge sul blog ufficiale. “E le foto che decidi di taggare potranno essere condivise con i tuoi amici o gli amici della tua compagna/o”. In pratica la condivisione è più restrittiva a garanzia della propria privacy, ma il rischio di esporsi a situazioni rischiose però non cambia. Se proprio non potete fare a meno, modificate le impostazioni della privacy delle foto, di modo che non siano visibili a tutta la rete ma solo ai vostri contatti.

“Il primo invito alla prudenza viene banalmente dalla diffusività del mezzo. Pubblicare su internet la foto dei propri bambini è di per sé atto che potenzialmente può raggiungere un numero di persone, conosciute e non, indiscutibilmente ampio”, sottolinea a Repubblica il pm Valentina Sellaroli del Tribunale per i minorenni di Torino. “Esiste anche una seconda preoccupazione che nasce da condotte criminose anche più frequenti. Quelle di soggetti che taggano le foto di bambini online e, con procedimenti di fotomontaggio più o meno avanzati, ne traggono materiale pedopornografico di vario genere, da smerciare e far circolare tra gli appassionati”.

Mamme, non pubblicate su Facebook le foto dei vostri figli