Una festa in pigiama

Organizzare un pigiama party è relativamente semplice, poco oneroso e trova d’accordo i bambini (in particolare le femminucce) che pregustano la possibilità di trascorrere una serata speciale con le amichette del cuore.

Sui biglietti di invito, specificate che si tratterà di un “pigiama party”, che le bimbe dovranno presentarsi a casa vostra nel tardo pomeriggio (di solito un orario variabile tra le 18.00 e le 19.00) munite di pigiama, sacco a pelo e spazzolino da denti e che rimarranno con voi fino al giorno successivo.

Perché la cosa riesca bene e senza eccessivi problemi, non invitate più di dieci bambine tenendo conto dello spazio che potrete mettere loro a disposizione e del fatto che, comunque, dovrete organizzare per tutte il momento del pasto e del sonno.
Per quanto riguarda la cena, una volta che tutte le bimbe saranno arrivate, potrete optare per una pizzata di gruppo (facendovi consegnare a domicilio la pizza e le bibite per tutte), decidere di portarle al ristorante, oppure preparare voi in casa la cena, preferendo piatti quali salatini, torte salate, paste fredde. La soluzione che ci sembra più carina (e divertente per le bambine) è la prima, per altro molto più vicina rispetto alle altre agli standard americani: sono molti gli Speedy Pizza in Italia; sarà sufficiente che vi informiate su quello che è più vicino alla vostra abitazione e, dopo aver fatto scegliere agli invitati cosa desiderano, procedere telefonicamente all’ordinazione. Oltre alla pizza, alle patatine e alle bibite, potrete servire del gelato come dessert.

Per il dopo cena, per intrattenere le piccole, affittate un film in videocassetta o dvd e spostate il momento del taglio della torta e dei festeggiamenti veri e propri al dopo-film, prima che le piccole vadano a dormire. In tarda serata (verso le 22.00/22.30), dopo la cena, il film e la torta, cominciate a organizzare il momento del sonno: fate spazio in soggiorno in modo che tutte le bimbe possano dormire insieme in un’unica stanza, stendendo per terra i materassini (perfetti quelli utilizzati normalmente in campeggio) e i sacchi a pelo.
Fate indossare il pigiama alle bambine, controllate che tutte siano andate in bagno e si siano lavate i denti e… spegnete le luci. Non aspettatevi che si addormentino subito: per loro la festa vera e propria comincerà quando tutta la casa sarà al buio e in silenzio!

Il giorno successivo, prima di riaccompagnare a casa gli invitati, sostituite la colazione con un divertente brunch da consumare tutti insieme a casa vostra prima dell’orario del pranzo. Infine, prima che le bimbe se ne vadano, consegnate loro un regalino per ringraziarle della loro partecipazione e omaggiarle della loro presenza.

L’alternativa
Se avete a disposizione un budget più elevato, potreste affidarvi a un’agenzia di animazione che organizzi per il dopo cena una vera e propria baby dance, con tanto di dj e pista da ballo. La musica potrà andare avanti fino a mezzanotte e solo allora spedirete tutti a letto. I costi, ovviamente, scendono se sarete voi (o qualche vostro conoscente appassionato di musica) a occuparsi del momento dance.

 

Fonte:

Una festa in pigiama