Fertilità: sfatato il mito delle gravidanze difficili over 35. Teorie ormai fuori moda

Secondo la psicologa Jean Twenge, la percentuale di donne che sono riuscite a centrare l’obiettivo della gravidanza dopo i 35 anni, l’età considerata da più parti come quella limite, è in aumento. La studiosa cita una ricerca americana pubblicato il mese scorso che mostra come l’80% delle donne di età compresa tra i 38 e i 39 anni sia rimasta incinta in maniera naturale entro sei mesi dal primo tentativo.

Inoltre, secondo un secondo studio, questa volta effettuato in Danimarca, il 78% delle donne di età compresa tra i 35 e i 40 anni sono rimaste incinte entro 12 mesi dal primo tentativo di concepimento.
 
Secondo Twenge la ragione è presto detta: le abitudini dietetiche e i progressi medici rispetto ad anni fa hanno portato a cambiare molto la situazione. Inoltre, le donne devono superare l’opinione diffusa sul fatto che una donna dopo i 40 non possa più avere figli. Certo, la famiglia e la società stressano le donne intorno alla questione dell’orologio biologico destinato a rallentare e fermarsi, inducendole a pensare di non avere più tempo per diventare mamme. Che i fallimenti nel concepimento abbiano ragioni anche psicologiche, del resto, lo si sapeva già. Ora, però, vengono messe in correlazione alle teorie sulle scarse probabilità di avere un figlio dopo i 35 anni. 

Fertilità: sfatato il mito delle gravidanze difficili over 35. Teorie...