6 cose per consolare una mamma al 7° giorno di febbre del figlio

Virus e febbri che sembrano non passare mai, mamme sull’orlo dell'esaurimento, costrette a gimkane infernali tra lavoro, permessi e baby sitter da reperire all’ultimo. Consolatevi così

Mai come quest’anno le varie influenze hanno decimato tutti, bambini in primis. Intere classi, della scuola materna o primaria, decimate dai viru, polmonari o intestinali.

  1. Se è vero che i “bambini devono farsi gli anticorpi” con tutta questa febbre i vostri figli saranno immunizzati fino al prossimo Giubileo.
  2. Tenete duro e pensate che la bella stagione è dietro l’angolo: a quel punto influenze addio!
  3. La febbre è un naturale sistema di difesa del corpo. Non fatevi prendere dall’ansia da antiperitici, che causa spesso un rischio di sovraddosaggio degli stessi. Fate un bel respiro, allontanate il panico dalla vostra testa, e pensate che il vostro bambino si sta semplicemente difendendo con le proprie forze al virus
  4. Non lamentatevi troppo e non pensate “Non ce la faccio più”. C’è molto, molto di peggio. Per esempio: 7 giorni di febbre dei vostri mariti!
  5. Se è vero che vedere i vostri cuccioli stremati e accasciati, ricordatevi di tutte le volte che vi siete lamentate perché iperattivi e “non li fermano nemmeno le bombe a mano”. E non fatelo più!
  6. Prendete l’influenza come un momento obbligato per stare più tempo con i vostri figli. Potrebbe essere l’occasione per una dose supplementare di coccole, cosa che prese da lavoro, routine e quant’altro, spesso vi dimenticate di fare…

6 cose per consolare una mamma al 7° giorno di febbre del figlio