PROMO

Una Banca del Latte Materno per dare una speranza ai bimbi prematuri

Realizzata col contributo di Esselunga e dei suoi clienti, permette di ridurre infezioni e altre patologie dei bimbi nati prima del tempo

Ogni anno in Italia si contano circa 35mila bambini nati prematuri, di cui 5mila hanno un peso inferiore a 1,5 kg, meno della metà di un bimbo nato a termine. A causa del parto prematuro le loro mamme non hanno ancora potuto produrre il latte, indispensabile non solo come nutriente ma anche come una prima, importantissima difesa immunitaria. La soluzione è ‘Nutrici‘, la Banca del Latte Umano Donato inaugurata oggi alla Clinica Mangiagalli della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano: un servizio che raccoglie il latte di altre mamme per nutrire da subito i piccoli prematuri, e dare loro tutti i vantaggi di questo importante alimento.

Nutrici’ è stata realizzata grazie al contributo di Esselunga e dei suoi clienti che, attraverso una campagna di sensibilizzazione da ottobre 2014 a ottobre 2015, ha coinvolto tutti i negozi del gruppo e ha permesso a Esselunga di donare 696.440 euro a favore della costruzione della Banca del Latte Umano Donato.

Una speranza in più di vincere la battaglia per la vita, data a questi bebè nati troppo presto e che quindi sono più fragili. D’ora in avanti si vedrà girare per le vie di Milano un’Apecar bianca che fa la spola tra le case delle neomamme che hanno deciso di donare il latte che hanno in più e la clinica Mangiagalli che è il principale punto nascita d’Italia con i suoi 6.500 nati l’anno. Qui vengono al mondo 18 bimbi al giorno e ogni nascita a termine rappresenta una speranza in più per un neonato prematuro.

Oltre la clinica Mangiagalli “Nutrici” affianca ‘ affianca la Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico, che è la più grande d’Italia e tra le prime quattro più importanti d’Europa: ogni
anno gestisce la nascita e le cure per circa 1.000 neonati con problemi, di cui 150 bimbi prematuri sotto 1,5 kg di peso. Il suo direttore, Fabio Mosca, sottolinea l’importanza di questa nuova Banca del Latte Materno donato:

I bimbi che nascono fortemente pre-termine sono particolarmente delicati, e i l latte materno donato riduce l’incidenza delle infezioni ma anche di patologie intestinali che possono essere molto gravi.

Alle mamme che vogliono contribuire donando il proprio latte viene fornito un kit completo con tiralatte, etichette, contenitori sterili e borsa termica per il trasporto. Il ritiro è a domicilio. La procedura per la conservazione è altamente sicura: il latte materno donato viene pastorizzato, viene analizzato per misurarne le proprietà nutritive e viene conservato in speciali freezer.

Come ha sottolineato Mosca è importante sottolineare che

non c’è nessuna controindicazione alla donazione del latte: la quota che viene donata non viene tolta al proprio bambino ma è latte in più, che andrebbe sprecato e che invece se viene raccolto permette di salvare delle vite. Per questo invitiamo tutte le neo-mamme alla donazione, perché è un atto di altruismo che permetterà anche ai bimbi nati prematuri di avere tutti i vantaggi del latte materno.

Donare il latte materno permette di salvare delle vite. Le neomamme che lo vogliono fare non devono avere paura che estrarre il latte sia doloroso o impegnativo. Può essere fatto tranquillamente anche dopo la poppata al proprio bambino.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Una Banca del Latte Materno per dare una speranza ai bimbi premat...