Donne in carriera: più produttive dopo aver avuto i figli

Secondo uno studio condotto all'Università del Kent, la maternità nulla toglie alle abilità lavorative, anzi, è una risorsa in più

Qual è il segreto per essere più produttive sul lavoro? C’è chi pensa che sia necessario avere una determinazione senza pari, chi ritiene che il segreto stia nell’accumulare quanta più esperienza possibile, chi crede che la chiave di tutto stia nell’essere ben organizzate. E invece no. Per migliorare i propri risultati in ambito lavorativo, il requisito più importante è avere un figlio.

Sembra assurdo, ma è proprio così. Lo conferma il dottor Heejung Chung, sociologo dell’Università del Kent, con uno studio su oltre 10mila economisti che lavorano in accademia. Un’analisi dei loro profili ha dimostrato che, in media, la produttività di coloro che avevano almeno un figlio era più alta rispetto a quella delle donne che non erano madri.

Con un altro studio, invece, è stato dimostrato che il fatto di doversi prendere cura dei figli fa sì che le capacità manageriali vengano incrementate, insieme all’abilità di risolvere conflitti sul posto di lavoro. Le madri, inoltre, sanno gestire molto meglio il tempo, riescono a mantenere più a lungo la concentrazione e sono più attente alle scadenze.

Anche Rachel Riley, imprenditrice e fashion designer di successo (i suoi abiti sono spesso indossati dal principe George) è giunta, basandosi sul proprio vissuto, alla stessa conclusione dei ricercatori: l’essere diventata madre l’ha resa multi-tasking, focalizzata sull’obiettivo e più fiduciosa nelle proprie capacità. Ma possiamo citare anche i casi della tennista Serena Williams, più forte e combattiva che mai dopo la maternità, e dell’attrice Emily Blunt, all’apice della sua carriera dopo essere diventata mamma.

Tutto ciò è ancora più significativo se si pensa a come per una donna sia tremendamente difficile riuscire a coniugare carriera e famiglia: la maternità è spesso vista come un ostacolo, un figlio viene considerato un “problema” dai datori di lavoro e il divario salariale tra donne e uomini è abissale. Basterebbe spostare un poco la prospettiva e rendersi conto che la maternità non toglie nulla alle abilità lavorative, anzi: stando a quando scoperto, è addirittura una risorsa in più.

Donne in carriera: più produttive dopo aver avuto i figli