Depressione post-parto. Cos’è e come riconoscerla

La depressione post partum è molto più comune di quanto pensiamo: ecco quali sono i campanelli d'allarme e come riconoscerla

La depressione post parto è un problema comune a tante donne, che si trovano a fare i conti con questo lato oscuro della maternità.

Dopo la gravidanza e il parto, la neo-mamma inizia la sua nuova vita con il bambino, ma a volte le cose non vanno proprio come ha sempre immaginato. Può infatti accadere che la donna inizi ad avvertire spossatezza e sia preda di pensieri negativi. Si tratta del baby blues, un disturbo che colpisce tantissime mamme e che solitamente è una forma molto lieve e transitoria di depressione. Solitamente scompare dopo circa una settimana, ma se persiste e si aggrava può trasformarsi nella depressione post partum.

Accorgersi che qualcosa non va spesso è difficile, soprattutto perché le donne tendono a sottovalutare i campanelli d’allarme, cercando di uniformarsi all’idea della maternità come un momento sereno e felice. In realtà è fondamentale cogliere i segnali, per affrontare il problema e superarlo al meglio, evitando conseguenze più gravi per la mamma e per il bambino.

La depressione post parto si manifesta il più delle volte dal terzo mese fino ad un anno di vita del bambino. I sintomi sono preoccupazione, umore nero, perdita di piacere e interesse per le cose, alterazione del sonno e dell’appetito. Il più delle volte la mamma si sente inadeguata e incompetente, pensa di non essere in grado di prendersi cura del piccolo e si dà la colpa di questo.

Le cause della depressione post partum non sono ancora state svelate, anche se gli studiosi sono convinti che questa patologia sia legata al cambiamento ormonale subito dalla mamma dopo il parto. In ogni caso i soggetti più a rischio sono coloro che hanno una familiarità con malattie mentali, che hanno sofferto già di depressione, che si trovano in difficoltà economiche e che non hanno il giusto supporto materiale e psicologico da parte della famiglia.

In ogni caso si può guarire dalla depressione post parto, ma è fondamentale non ignorare i sintomi e agire tempestivamente. Si può chiedere aiuto al proprio medico di base oppure rivolgersi a strutture specializzate, che offriranno il supporto necessario per affrontare al meglio il problema.

Depressione post-parto. Cos’è e come riconoscerla