Depressione post parto, arriva dagli USA il primo farmaco per la cura

L'azienda Sage Therapeutics ha lanciato il primo farmaco specifico per il trattamento della depressione post partum a base di brexanolone

Arriva negli Stati Uniti il primo farmaco specifico per il trattamento della depressione post-partum, patologia che in media interessa il 10 e il 20% delle donne, dopo l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA).

È stato sviluppato dall’azienda Sage Therapeutics che l’ha chiamato Zulresso, il suo tempo di azione è di 48 ore, ed è molto più rapido dei trattamenti utilizzati attualmente, che richiedono fino a due settimane per avere qualche beneficio.

Il principio attivo di cui è composto è il brexanolone, dato dalla sintetizzazione di uno steroide prodotto naturalmente dal nostro organismo per modificare lo stato di attivazione dei neuroni.

La sua efficacia è notevole, secondo i test clinici condotti nel 2016-17, su 247 donne con forme di vario livello di depressione post-partum, diagnosticata tramite la Hamilton Rating Scale for Depression. Il 50% delle donne interessate che ha assunto il farmaco ha ottenuto valori migliori, contro il 25% di quelle a cui è stato somministrato il placebo.

Si tratta di un trattamento unico, secondo la Dottoressa Kristina Deligiannidis, direttrice del dipartimento di salute comportamentale dello Zucker Hillside Hospital di New York, che ha dichiarato: “È diverso da qualsiasi altro trattamento mai provato per la depressione”.

Funziona, infatti, in maniera distinta rispetto a tutti gli altri farmaci utilizzati precedentemente, tramite il legame con i  recettori GABA, neurotrasmettitori inibitori presenti nel sistema nervoso centrale, in maniera simile alle benzodiazepine che agiscono, però su un diverso tipo di recettore.

Non è ancora ben chiaro che cosa gli permetta di avere degli effetti così veloci e duraturi, con un raggio di azione di circa 30 giorni, soprattutto se in aggiunta alla terapia con uno psichiatra.

Attualmente non è accessibile a tutti, perché attualmente costa 34.000 dollari e viene somministrato per via endovenosa nel corso di 60 ore, quindi circa due ore e mezza, sotto stretto controllo medico, dato che può provocare un lieve stordimento e una perdita di conoscenza. È già in corso, però, l’iter di approvazione in Europa tramite l’EMEA, l’Agenzia Europea del Farmaco e gli studiosi stanno lavorando per la realizzazione di una pillola simile, che agisca in un giorno.

La depressione post partum  (DPP) è una vera e propria malattia che colpisce, secondo il Ministero della Salute, con diversi livelli di gravità, circa il 7 – 12% delle neomamma, tra la 6ª e la 12ª settimana dopo la nascita del figlio, ma può interessare anche i neopapà.
Si tratta di un disturbo dell’umore molto serio, dovuto a vari fattori, fisici ma anche emotivi, diagnosticato con strumenti di screening appositi, come l’Edinburgh Postnatal Depression Scale o Scala di Edimburgo,  e la valutazione uno psicoterapeuta professionista, a cui segue un colloquio clinico. Troppo spesso, però, viene sottovalutata e non curata in maniera adeguata, con effetti che si protraggono anche per mesi.

Va distinta da una reazione pià comune, la baby blues, caratterizzata da malinconia, tristezza e irritabilità nei 3-4 giorni dopo il parto, che si stabilizza nel giro di 10 – 15 giorni, una conseguenza al drastico cambiamento ormonale subito nelle ore successive al parto e alla spossatezza.

Come intervenire?

Basta rivolgendosi al medico di base o all’ostetrica, adeguatamente formati nel riconoscimento di questa patologia. È sbagliato pensare di poter affrontare da sole questa situazione, soprattutto visto che esistono diverse possibilità di supporto, ma soprattutto perché si tratta di una malattia come le altre che necessita di una diagnosi e di una cura.

Non ci si deve sentire colpa per questo, o cattivi genitori e non vi verrà di certo tolto il bambino, ma semplicemente sarete indirizzate ad un percorso terapeutico che vi permetterà di guarire a tutti gli effetti, eventualmente anche attraverso l’utilizzo di farmaci specifici.

Depressione post parto, arriva dagli USA il primo farmaco per la ...