Cos’è la drunkorexia, il disturbo che colpisce le ragazze

Combina comportamenti alimentari disordinati e abuso di alcol. Colpisce maggiormente le ragazze. Ecco come riconoscerlo

Drunkorexia: se ne parla da anni ma forse non tutti sanno ancora cos’è. Drunkorexia, o anche drankorexia, è un termine non medico che descrive i comportamenti sintomatici di anoressia nervosa e di bulimia combinati all’abuso di alcol. I soggetti affetti da drunkorexia limitano l’assunzione di cibo durante il giorno per poi eccedere con le bevande alcoliche la sera o nel week-end, credendo che l’alcol possa fornire loro le calorie necessarie per vivere senza però aumentare di peso. Tuttavia, l’alcol non ha alcun valore nutritivo e quindi le persone che si dedicano a questo comportamento sono a grave rischio di malnutrizione.

La drunkorexia è particolarmente diffusa tra le giovani donne. Non è infrequente che le ragazze limitino il cibo per poter bere più alcol, allo scopo di non ingrassare. Le donne però non metabolizzano l’alcol velocemente come fanno gli uomini e per questo motivo gli effetti del bere a stomaco vuoto sono più dannosi nelle ragazze rispetto a quanto lo siano nei ragazzi. Questo non vuol dire però che la drunkorexia non sia un problema anche tra i maschi.

Anche se la drunkorexia non è una condizione medica diagnosticabile, o almeno non lo è ancora diventata, ci sono diversi comportamenti che dovrebbero far scattare un allarme. Pensiamo per esempio ad una persona che sostituisce i consumi alimentari con le bevande alcoliche oppure che beve esageratamente al fine di indurre il vomito. Tutto questo con l’unico scopo di illudersi di controllare il peso, senza rendersi conto dei danni che sta facendo all’organismo. Il primo passo verso la ricerca di un aiuto è quello di identificare il problema e capire che questi tipi di comportamenti non siano semplicemente mode o tendenze passeggere, ma stili di vita che potrebbero rappresentare una minaccia per l’esistenza stessa.

Le persone che bevono alcol non dovrebbero limitare il loro consumo di cibo durante il giorno. Una dieta equilibrata di carboidrati, proteine, vitamine, minerali e grassi è infatti essenziale per aiutare la funzionalità dell’organismo. Altrettanto importante l’attività fisica che consente di rimanere in forma e non pensare esclusivamente alle calorie. Se siete preoccupate che le vostre figlie siano affette da drunkorexia, è importante che cerchiate un aiuto professionale e un sostegno psicologico. Gli esperti saranno chiamati a curare sia i problemi alimentari che il disturbo dell’alcolismo. La combinazione di fasi ripetute di digiuno e di abuso di alcol rischia infatti di causare danni sia fisici che mentali e può essere potenzialmente fatale.

Cos’è la drunkorexia, il disturbo che colpisce le ragazze