Contrazioni in gravidanza al settimo mese

Al settimo mese di gravidanza si possono avvertire già le contrazioni. Come distinguere quelle irregolari e innocue da quelle del parto vero e proprio

Giunte al settimo mese di gravidanza, la data del parto si avvicina sempre di più ed è possibile avvertire delle leggere contrazioni, che diventano più frequenti a partire dalla ventisettesima settimana. Tuttavia, prima di correre in ospedale, è bene essere sicure che non si tratti di un falso allarme. Ecco come distinguere le contrazioni irregolari, dette di Braxton-Hicks (dal nome del ginecologo inglese che le identificò nel 1872), da quelle del travaglio vero e proprio.

Le contrazioni irregolari al settimo mese

Meglio note come “false contrazioni” quelle di Braxton-Hicks, si differenziano dalle contrazioni “vere” perché non hanno cadenza regolare e non mutano di frequenza ed intensità. Piuttosto comuni nel secondo e terzo trimestre, le contrazioni irregolari sono un fenomeno fisiologico di preparazione al parto che provocano un indurimento della pancia. Essendo un muscolo, accade che l’utero possa contrarsi, soprattutto in particolari periodi della gravidanza come il settimo mese, quando il bambino ha raddoppiato il suo peso e si muove molto. A differenza delle contrazioni che caratterizzano il travaglio, però, quelle di Braxton Hicks non sono dolorose e non alterano la cervice uterina. Inoltre, non presentano i sintomi che preannunciano il parto, come la perdita del tappo mucoso o la rottura delle acque. Nella maggior parte dei casi, si manifestano nel tardo pomeriggio o nella prima parte della notte, con indurimenti isolati e involontari della muscolatura dell’utero, e possono durare tra i 30 e i 60 secondi. Spesso avvertite dal settimo mese di gravidanza, possono essere anche delle risposte del corpo della gestante a uno sforzo eccessivo o ad una condizione di stress.

Le contrazioni del parto al settimo mese

Al settimo mese di gravidanza, la data presunta del parto è ancora lontana, ma le contrazioni potrebbero farsi sempre più frequenti e dolorose. A differenza delle false contrazioni, quelle vere e proprie del parto si riconoscono perché sono regolari, durano più a lungo e sono più frequenti e persistenti. Quando le contrazioni si presentano ad intervalli di circa 5 minuti, e la loro durata aumenta, è probabile che sia cominciato il travaglio. In questa fase, le si avvertono anche a livello lombare e ai fianchi. In ogni caso, bisogna contattare il ginecologo qualora le contrazioni siano associate a perdite di sangue o a un flusso vaginale insolito. Vanno, inoltre, monitorate attentamente anche quando in passato si è avuto un parto prematuro.

Contrazioni in gravidanza al settimo mese
Contrazioni in gravidanza al settimo mese