Panico da compiti delle vacanze? Basta trasformarli in un gioco divertente!

I compiti a casa, tanto temuti dagli alunni di ogni età, non devono necessariamente essere noiosi: possono anzi diventare un gioco di squadra

La fine dell’anno scolastico, per gli alunni, è sempre fonte di grandissima felicità. Con tutta l’estate davanti, è difficile pensare a qualcosa che non siano le vacanze e il puro divertimento. Tuttavia, qualcosa incombe sui ragazzi, dalle elementari alle superiori: sono i tanto temuti compiti estivi, una realtà che prima o poi dovranno affrontare.

Sulla questione dei compiti per le vacanze, il dibattito si apre ogni anno. Sono davvero utili per tenere il cervello in allenamento? O sono forse dannosi, in quanto ogni studente avrebbe tutto il diritto di staccare dallo studio per qualche mese? Sul tema, ognuno esprime la sua. Insegnanti, genitori e psicologi fanno a gara nel dare la loro personale interpretazione dell’argomento.

Qualunque sia la propria convinzione, i compiti delle vacanze non possono essere ignorati. Qual è la soluzione, allora? Sicuramente non viverli come un peso, ma anzi trasformarli in una sorta di gioco. Del resto, per tenersi in allenamento anche durante l’estate le occasioni, tutte piacevoli, sono molteplici: si può tenere un diario del proprio viaggio, si possono svolgere rebus, sudoku ed esercizi di logica sotto l’ombrellone, si può leggere un libro a bordo piscina, visitare un museo d’arte in una città dall’altra parte del mondo.

Oppure, ci si può affidare all’aiuto di Redooc.com, la più grande palestra d’Italia per la matematica (e non solo). Materia tra le più complesse, la matematica tende ad essere lasciata un po’ da parte, durante le vacanze; del resto, quegli alti libri tutti grigi, pieni d’esercizi, non invogliano certo ad essere aperti. Con Redooc.com, però, quei compiti possono essere trasformati in un gioco di squadra. Come? Iscrivendosi alla sua Maratona.

Rivolta a tutti, ma pensata soprattutto per gli alunni delle scuole primarie e secondarie, la Maratona Redooc (aperta fino al 31 agosto 2018) richiede la registrazione alla piattaforma e l’organizzazione in squadre di 30 partecipanti per entrare in classifica. Ogni giocatore appartenente al team fa gli esercizi in autonomia, attraverso il suo account, e i punti da lui ottenuti vanno a sommarsi a quegli dei suoi compagni. Accumulando punti e gettoni, si possono acquistare i nuovi avatar, dai mostri a miti dei ragazzi come Valentino Rossi e Lionel Messi. Così, la matematica sarà tutto fuorché noiosa.

E se poi vorrete ripassare le materie e arrivare a settembre in splendida forma, qui trovate gli esercizi di matematica e aritmetica, qui quelli di geometria e qui quelli di misura.

Panico da compiti delle vacanze? Basta trasformarli in un gioco d...