Come insegnare le tabelline ai vostri bambini

Armatevi di santa pazienza e seguite queste tecniche efficaci e divertenti: il compito sarà meno duro

I bambini in età scolare faticano a memorizzare le tabelline. Non devi, pertanto, preoccuparti se tuo figlio o tua figlia stanno incontrando delle difficoltà in questo processo di apprendimento che richiede pazienza, pianificazione e costanza. Va da sé che il tuo contributo diventa fondamentale e che, grazie ad alcuni semplici accorgimenti, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Al bando la noia
I piccoli reputano molto noiosi gli esercizi mnemonici che si celano dietro lo studio delle tabelline. Perché non rendere divertente l’apprendimento? Potresti improvvisare una canzone o inventare una filastrocca: elenca i numeri della tabellina dando una simpatica melodia o creando delle rime baciate. Vedrai che il tuo scolaro sarà invogliato a ripetere i numeri nella corretta successione seguendo lo stesso ritmo.

Carta e penna
Hai presente il gioco della battaglia navale? Prendi un foglio e crea una tabella con dei riquadri molto ampi: sulle righe e sulle colonne scriverai i numeri da uno a dieci. Fai scegliere al piccolo una coppia di coordinate e fai scrivere nella casella corrispondente il risultato della moltiplicazione. Per tuo figlio sarà un gioco e il processo di memorizzazione sarà agevolato.

Il metodo
Per non stressare il piccolo dovrai essere tanto paziente. Incomincia con una sessione di dieci minuti e, di giorno in giorno, aumenta il tempo di studio. Lavora sulla singola tabellina (incomincia dall’uno) e, a risultato raggiunto, inizia con lo step successivo. Non dimenticare di fare una pausa merenda, di incoraggiare tuo figlio se si sente demoralizzato e di premiarlo con un regalino quando fa progressi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come insegnare le tabelline ai vostri bambini